Scuola, diplomati magistrale ultime notizie: pressing per concorso straordinario bis con un anno di servizio
Scuola, diplomati magistrale ultime notizie: pressing per concorso straordinario bis con un anno di servizio

Una questione particolarmente scottante, quella riguardante i diplomati magistrale dopo la sentenza avversa del Consiglio di Stato: una questione che, purtroppo, rischia di provocare il licenziamento di migliaia di insegnanti (precari oppure già immessi in ruolo con riserva) durante l’anno scolastico appena iniziato. Il nuovo concorso, infatti, ha permesso l’assunzione solamente di una piccola percentuale di insegnanti.

notizie-scuola-banner-300x250

Presidio degli insegnanti a Bologna, oggi venerdì 13 settembre

Da qui parte la protesta degli insegnanti che si svolgerà quest’oggi, venerdì 13 settembre, in Emilia Romagna: le maestre e i maestri diplomati magistrali, infatti, saranno in presidio davanti all’Ufficio scolastico regionale in via de’ Castagnoli a Bologna (a partire dalle ore 15,30) proprio per denunciare il rischio di una situazione di vero e proprio caos per l’anno scolastico 2019/2020. Ricordiamo che l’anno scolastico in Emilia Romagna partirà lunedì prossimo, 16 settembre.

Chiesto un incontro con il Direttore generale dell’USR

La protesta servirà ad attirare l’attenzione non soltanto sul gravissimo problema che riguarderà i molti insegnanti rischio licenziamento ma anche sulla problematica riguardante la continuità didattica, visto che gli studenti si troveranno costretti a cambiare insegnante durante l’anno scolastico. Infatti, se non ci sarà un intervento da parte del ministero dell’istruzione, una volta licenziati gli insegnanti, le scuole saranno costrette a cercare nuovi supplenti. Per questo motivo, i maestri hanno chiesto un incontro al Direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale allo scopo di inoltrare una serie di richieste che impediscano licenziamenti di massa e garantiscano agli studenti la continuità didattica.