Scuola, decreto precari ultime notizie: il focus e le 3 priorità del viceministro Anna Ascani
Scuola, decreto precari ultime notizie: il focus e le 3 priorità del viceministro Anna Ascani

La nomina a viceministro dell’Istruzione dell’onorevole Anna Ascani ha destato non poco scalpore nel mondo scolastico. Nota ‘renziana’ e sostenitrice della riforma Buona Scuola, la Ascani non è stata accolta nel migliore dei modi, soprattutto tenendo in considerazione il fatto che il Movimento 5 Stelle ha continuamente osteggiato la riforma voluta dall’ex Presidente del Consiglio.

notizie-scuola-banner-300x250
A proposito di Matteo Renzi, c’è da segnalare la netta accelerazione per la realizzazione della scissione dal Partito Democratico: Renzi vuole formare un nuovo gruppo alla Camera dei Deputati e una nuova componente all’interno del Gruppo Misto al Senato.

Renzi pronto alla scissione dal PD

La scissione di Matteo Renzi dal PD era attesa per la ‘Leopolda’ del prossimo 19 ottobre ma, secondo il ‘Corriere della Sera’, i tempi potrebbero essere anticipati, dopo che l’ex premier non è riuscito ad ottenere ciò che avrebbe voluto in occasione delle nomine dei viceministri e sottosegretari. Tra le sue richieste solo due (su cinque) sono state esaudite: Ivan Scalfarotto, nominato sottosegretario di Stato del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale e, per l’appunto, Anna Ascani, viceministro al Ministero dell’Istruzione.

La ‘contestata’ Anna Ascani e l’ex sottosegretario al Miur Faraone pronti a seguire Renzi

Secondo ‘Il Corriere della Sera’, sarebbero già 24 i personaggi politici pronti a seguire Matteo Renzi: tra questi, 18 sono deputati e 6 sono senatori. Alla Camera dei Deputati, sarebbero pronti alla scissione Ettore Rosato, Maria Elena Boschi, Silvia Fregolent, Marco Di Maio, Gennaro Migliore, Anna Ascani (neo viceministro Miur), Luciano Nobili, Roberto Giachetti, Luigi Marattin e il sottosegretario Ivan Scalfarotto. Inoltre, potrebbe esserci anche Catello Vitiello, espulso dal Movimento 5 Stelle prima dell’elezione. Rosato, però, sarebbe impegnato a convincere alcuni eletti del Misto e, soprattutto, gli anti Salvini di Forza Italia, con Mara Carfagna in cima alla lista.
Al Senato, invece, sarebbero pronti a seguire Matteo Renzi la ministra Teresa Bellanova, l’ex tesoriere del Pd Francesco Bonifazi, Davide Faraone (ex sottosegretario al Miur), probabilmente Nadia Ginetti ed Eugenio Comincini.