Scuola, emergenza sostegno e personale ATA: ecco i dati che fanno preoccupare
Scuola, emergenza sostegno e personale ATA: ecco i dati che fanno preoccupare

Il sostegno e l’emergenza personale ATA sono due questioni particolarmente allarmanti in questo avvio di anno scolastico. A sottolinearlo è il sindacato Anief che, a proposito del sostegno, ricorda il paradosso di 30000 insegnanti specializzati ma che non possono essere assunti, oltre al fatto che solamente un posto autorizzato su 10 è stato assegnato: senza contare il fatto che i dirigenti scolastici continuano a chiedere nuovi posti in deroga che non sono concessi.

notizie-scuola-banner-300x250

Allarme sostegno

Anief pubblica i dati relativi ad una vera e propria situazione di emergenza: “Negli ultimi quattro anni sono raddoppiati i posti in deroga, arrivando agli attuali 80 mila, mentre gli organici di diritto (100 mila) sono rimasti invariati dal 2017. Il tutto, nonostante l’aumento di 10 mila iscritti in più l’anno: oggi siamo alle soglie dei 300 mila, mentre nel 1997 gli alunni con disabilità accertata erano appena 123 mila”.

Personale ATA, mancano 3000 DSGA

Anche la situazione riguardante il personale ATA è allarmistica: si segnala, infatti, la mancanza di 3mila DSGA (Dirigenti nei servizi generali e amministrativi). Anief sottolinea il fatto che ‘piuttosto di stabilizzare i 600 assistenti amministrativi facenti funzione con più di 36 mesi di servizio o di consentire loro l’accesso diretto alle prove scritte dell’attuale concorso o ancora di indire il concorso per soli titoli previsto dalla legge sul 30% dei posti disponibili, ancora una volta si firma un accordo tampone senza prospettiva alcuna: è l’ennesimo segno dell’incapacità di entrambe le parti, pubblica e sindacale tradizionale, di risolvere l’emergenza che paralizza la normale attività, aggravata dell’impossibilità dei nuovi direttori generali di attuare l’intesa per le verifiche della Corte dei Conti sulle nomine volute da Bussetti’.