Scuola, mobilità docenti ultime notizie: clamorosa sentenza Tar sull'algoritmo del 2016
Molti docenti ricorderanno, purtroppo, il famoso ‘algoritmo’ che caratterizzò le operazioni relative a quella grande mobilità dell’agosto del 2016 che coinvolse qualcosa come 210mila insegnanti. Un articolo pubblicato su ‘Repubblica’ e firmato da Corrado Zunino riporta oggi la clamorosa sentenza emessa dal Tar del Lazio (sezione Terza bis, la sentenza è datata 10 settembre) secondo la quale si certifica l’errore di quell’algoritmo che spedì almeno 10000 docenti vincitori di concorso nelle scuole del Nord quando, invece, avrebbero avuto il diritto di restare a casa.

Sentenza Tar del Lazio sull’algoritmo della grande mobilità docenti del 2016

Il Tar del Lazio ha sanzionato il Miur, allora guidato dall’ex ministro dell’istruzione Stefania Giannini, in quanto colpevole di ‘una grave lacuna amministrativa’ ovvero di aver lasciato il potere decisionale a un algoritmo non controllato da mano umana. I giudici, addirittura, parlano di ‘metodo orwelliano’ che va a scontrarsi con i principi contenuti nella Costituzione e persino con la Convenzione europea dei diritti dell’uomo.
Nella sentenza si legge: ‘Le procedure informatiche, finanche ove pervengano al loro maggior grado di precisione e addirittura alla perfezione, non possono mai soppiantare, sostituendola davvero appieno, l’attività cognitiva, acquisitiva e di giudizio che solo un’istruttoria affidata a un funzionario persona fisica è in grado di svolgere’.

Il Miur dovrebbe azionarsi subito per riparare il gravissimo danno

Il sindacato Anief, che al Tar è stato affiancato dagli avvocati Walter Miceli e Fabio Ganci, ha dichiarato che ‘Il ministero dovrebbe far rientrare già in questo anno scolastico i docenti nelle proprie sedi naturali’. Una procedura che, però, rischierebbe di aggravare non poco la già difficilissima situazione incontrata sul fronte delle supplenze. Il ministero uscente, per il momento, ha allargato le quote dei trasferimenti per i prossimi tre anni per agevolare un graduale ritorno a casa degli autodefiniti “deportati”.’

notizie-scuola-banner-300x250