Candidati DSGA, intesa MIUR/Sindacati: le ultime considerazioni
Candidati DSGA, intesa MIUR/Sindacati: le ultime considerazioni

La Gazzetta Ufficiale – 4ª Serie speciale ‘Concorsi ed esami’ n. 75 del 20 settembre 2019 ha pubblicato le date in cui si svolgeranno le prove scritte del concorso che provvederà alla selezione di 2004 posti come Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi del personale ATA. Le prove scritte si terranno il prossimo 5 e 6 novembre e avranno la durata di 180 minuti ciascuna.

Concorso DSGA, prove scritte il 5 e 6 novembre

La prova scritta si divide in due diversi elaborati.
La prima prova è formata da sei domande a risposta aperta ed è tesa a verificare la preparazione dei candidati sugli argomenti indicati nell’allegato B del decreto ministeriale.
La seconda prova è teorico-pratica e consiste nella risoluzione di un caso concreto attraverso la redazione di un atto su uno degli argomenti indicati nell’allegato B del decreto ministeriale.

Attribuzione del punteggio

Per ogni prova scritta viene assegnato un punteggio massimo di 30 punti.
A ciascuno dei sei quesiti a risposta aperta di cui si compone la prima prova scritta, è attribuito un punteggio compreso tra zero e 5 che sia multiplo intero di 0,5.
Alla prova teorico pratica è assegnato un punteggio compreso tra zero e 30.
Potranno essere ammessi alla prova orale i candidati che abbiano conseguito, in ciascuna delle prove, un punteggio non inferiore a 21/30.
L’elenco delle sedi con la loro esatta ubicazione, l’indicazione della destinazione dei candidati distribuiti in ordine alfabetico, nonchè l’orario di inizio delle operazioni di riconoscimento dei candidati e le ulteriori istruzioni operative, saranno comunicate almeno quindici giorni prima della data di svolgimento delle prove tramite avviso pubblicato sul sito internet del Ministero e degli USR competenti.