Sentenza contro il Miur

Un lavoratore viene licenziato per abuso della Legge 104/92, e la sentenza n. 18411 del 9 luglio scorso della Corte di Cassazione ha respinto il suo ricorso. La sentenza riguarda un lavoratore del settore privato, ma è applicabile anche al settore pubblico.

In cosa consiste l’abuso della Legge 104/92

Che tipo di abuso della Legge 104/92 è stato punito con il licenziamento? Il lavoratore aveva abusato in due circostanze dell’art. 3 comma 3 della legge 104, in quanto, dopo aver chiesto il permesso dal lavoro, non si era recato presso l’abitazione di residenza della zia che avrebbe dovuto assistere. I fatti sono stati accertati dagli investgatori ingaggiati dal datore di lavoro. Dopo il licenziamento, il lavoratore ha presentato ricorso.

La Corte Di Cassazione respinge il ricorso

La Corte di Cassazione ritiene il ricorso inammissibile e ha condannato l’uomo al pagamento delle spese (200 € per esborsi e 4.000 € per compensi professionali, più spese generali ed accessori di legge). Qui potete leggere la sentenza.