Sostegno, nuovo PEI: il problema dell'esonero e dell'assegnazione delle ore
Sostegno, nuovo PEI: il problema dell'esonero e dell'assegnazione delle ore

Mai come quest’anno, la situazione del sostegno scolastico è alquanto drammatica. Probabilmente, l’a.s. in corso è iniziato nel peggiore dei modi rispetto al passato. Ad oggi, a molti alunni con disabilità sono stati assegnati docenti di sostegno e, laddove siano stati assegnati, i diretti interessati hanno trovato una riduzione di ore rispetto a ciò che spetterebbe loro di diritto.

Sostegno scolastico: il punto della situazione nelle scuole italiane

Numerosi alunni bisognosi rischiano di non avere neanche il docente di sostegno, semplicemente perché non ve ne sono, almeno di specializzati. Di conseguenza, nel migliore dei casi, arriveranno dove ci sarà necessità di docenti non specializzati.

Come si legge all’interno del comunicato da parte del FIRST (Che proponiamo al termine dell’articolo), in assenza di personale specializzato da assumere, sarebbe più sensato permettere una percentuale più elevata da riservare ai trasferimenti verso le regioni italiane dove è più alto il numero di richieste di assegnazione provvisoria.

I posti in deroga

I posti in deroga sono incredibilmente aumentati, secondo i dati della FIRST sarebbero all’incirca 80.000 le unità nel corso dell’anno scolastico 2019/2020. Si registra un vero e proprio collasso all’interno degli uffici scolastici regionali, in quanto sommersi dal lavoro. Tra i docenti risultanti di ruolo, almeno 20 mila richiedono assegnazione provvisoria ogni anno, in quanto hanno diritto di spostarsi per il ricongiungimento familiare laddove ci sono disponibilità di posti annuali, ovvero, sugli 80.000 posti in deroga.

I numeri da ritenere come posti fissi, sono in realtà meno della metà di 180000. Come se questo non bastasse, più di 200000 alunni con disabilità sono costretti ad assistere ad una rotazione continua di insegnanti, senza che questi abbiano effettiva colpa. Qui di seguito il comunicato FIRST.

comunicato-FIRST-La-tempesta-perfetta-2019