Scuola, confronto Miur-sindacati ultime notizie: le richieste Flc-Cgil

Una nota pubblicata da Sinistra Italiana e Leu si rivolge direttamente al ministro dell’istruzione, Lorenzo Fioramonti: la questione, oramai diventata prettamente politica, è quella relativa alla docente di Palermo, Rosa Maria Dall’Aria. Per chi non avesse seguito la vicenda, ricordiamo che si tratta della professoressa che è stata sospesa e allontanata dalla sua scuola per non aver vigilato su un lavoro redatto dai suoi studenti all’interno del quale veniva criticato l’ex vicepremier Salvini.

Docente sospesa a Palermo, la vicenda non si è ancora chiusa

Come riportato dal quotidiano ‘Il Giornale’, per ora la sanzione disciplinare a Rosa Maria dell’Aria non è stata revocata: ‘Sono un po’ delusa – ha dichiarato Rosa Maria Dell’Aria – mi sarei aspettata che dopo il chiarimento con i ministri si rivedesse la decisione. Anche il ministro Salvini, pure dicendosi in disaccordo col contenuto del video, aveva sostenuto la libertà di espressione dei ragazzi’.

Nicola Fratoianni si rivolge al ministro Fioramonti

Caro ministro Fioramonti – ha scritto Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana-Leu – vediamo che ancora non è stata trovata nessuna soluzione per rivedere l’assurdo provvedimento punitivo che colpì la docente di Palermo sospesa e allontanata dalla sua scuola per non aver vigilato su un lavoro dei suoi studenti dove veniva criticato Salvini. E’ tutto è fermo – continua il parlamentare di Sinistra Italiana-Leu – nonostante gli incontri con l’allora ministro dell’interno, nonostante gli annunci sulla soluzione tecnica dell’allora titolare del Miur, eccetera eccetera. Lo Stato non ci fa proprio una bella figura in questa vicenda – ha concluso Fratoianni – vogliamo continuare ad essere prigionieri dell’ottusità burocratica o apriamo una nuova pagina?’