Concorsi scuola ultime notizie: ci siamo, inviati bandi e decreti al CSPI
Scuola, concorso

La trattativa tra Miur e sindacati per i precari della scuola riprende domani 1 ottobre 2019. Bisogna definire il testo che il Ministro Fioramonti deve presentare al Consiglio dei Ministri per l’approvazione. A che punto siamo?

Precari storici, sì al concorso straordinario

L’accordo per il concorso straordinario a favore dei precari storici della scuola sembra esserci. Il Ministro Fioramonti ha sempre parlato della necessità di misure che precedano i concorsi ordinari, ogni due anni. I posti per il concorso straordinario saranno circa 24.000 mila. Per partecipare, i requisiti previsti dal testo approvato in agosto (salvo modifiche), sono:

Loading...
  • 3 anni di servizio nelle scuole secondarie statali negli ultimi 8 anni (dal 2011/12 al 2018/19), in una cdc non ad esaurimento;
  • almeno uno dei 3 anni di servizio deve essere specifico, ossia prestato nella cdc per la quale si partecipa al concorso.

E’ prevista una prova preselettiva computer based e una prova di esame selettiva  (simulazione di una lezione) che il docente dovrà svolgere al termine dell’anno di prova, di fronte al Comitato di valutazione, che includerà un componente esterno. Nel corso dell’anno di prova, i docenti dovranno acquisire i 24 CFU in discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.

Loading...

E i PAS?

La trattativa per il PAS è tuttora in corso. Il Miur vorrebbe inserirli in un disegno di legge, scorporandoli dal decreto scuola, Questo allungherebbe invetabilmente i tempi di attuazione. I sindacati, però, sono di parere diverso. Per far valere le loro ragioni, porteranno i dati delle supplenze assegnate ai docenti di terza fascia o addirittura da MAD.