Abilitazione e concorso straordinario: le perplessità di Pittoni
Abilitazione e concorso straordinario: le perplessità di Pittoni

Troppe le dimenticanze secondo Mario Pittoni all’interno del decreto Scuola. Tra i vari dubbi ed ombre, c’è anche la questione Abilitazione all’insegnamento che, come si comprende sempre da tale documento, sarebbe attuabile tramite concorso straordinario. Un concorso, tuttavia, aperto esclusivamente agli statali.

Pittoni fa notare come sia del tutto illegittima la norma dal punto di vista costituzionale, in quanto a chi ha la “sfortuna” di insegnare nelle paritarie è preclusa la possibilità di ottenere la tanto sospirata abilitazione. I dubbi da parte del senatore sono spiegati dallo stesso, in quanto non è possibile riscontrare “nell’iter alcun elemento formativo affidato (come prevede la legge) al sistema della formazione superiore universitaria”.

Abilitazione: il DEF riapre le speranze

Una riga sulla nota di aggiornamento al Def 2019 riapre le speranze per i tanti precari all’interno del mondo della scuola. La riga in questione recita: ““Ripensare i percorsi di formazione e abilitazione del personale docente”. Solo voci di corridoio, ancora tutto da verificare, ma è molto probabile che all’orizzonte ci sia un nuovo TFA. Tale sistema di reclutamento potrebbe tuttavia ripresentarsi con un nome diverso ed anche più semplificato rispetto ai precedenti.

Ritornano i PAS?

Il MIUR sembra essere al lavoro su diverse novità, tra cui un possibile ritorno del PAS, uno dei metodi atti al conseguimento dell’abilitazione all’insegnamento. Abilitazione e reclutamento di nuovi docenti sono argomenti importanti, molto a cuore anche allo stesso ministro Lorenzo Fioramonti.

Come leggiamo da Money.it, pur non essendo compresi all’interno del decreto salvaprecari, sembra che il ministero sia intenzionato a far ritornare tale percorso abilitante. Sembra che essi stavolta saranno aperti a tutti: non ci sarà bisogno, dunque, dei canonici 36 mesi di insegnamento, ma solo una laurea compatibile con una classe di concorso. Al momento, non si hanno ulteriori aggiornamenti sulla situazione degli insegnanti delle paritarie, la branca di docenti attualmente più in difficoltà da tale punto di vista.