Scuola, il giornalista Lucio Ficara attaccato da un docente di un liceo calabrese: messaggi di solidarietà

Lo scorso 19 ottobre, il giornalista e collega Lucio Ficara pubblicava un post su Facebook all’interno del quale si sottolineava come la sua persona fosse stata oggetto di calunnia da parte di docente del Liceo Scientifico ‘Alessandro Volta’ di Reggio Calabria. Ecco il testo del messaggio pubblicato da Lucio Ficara.

Lo sfogo di Lucio Ficara, giornalista de ‘Tecnica della scuola’

‘Comunicazione di servizio – scrive il giornalista del noto portale ‘Tecnica della Scuola’ – Ancora una volta mi trovo costretto ad intervenire per fare sapere ai miei lettori e amici di Facebook, che un docente del Liceo Scientifico Alessandro Volta di Reggio Calabria contatta in privato docenti miei amici o miei lettori, affermando che io sono “un impostore”, ” un farabutto” e un “sedicente sindacalista della CGIL”, avvicina anche altri colleghi del Liceo Volta di Reggio Calabria aggredendoli solo per il fatto che sono miei amici o mettono dei like ai miei articoli, sostiene delle tesi incredibili sul mio conto pienamente inventate, racconta anche che trova condivisione nel criticarmi da parte della sua attuale Dirigente scolastica e alcuni esimi colleghi facenti parte dello staff di direzione della sua attuale scuola…Prego tutte le persone che vengono contattate da questo individuo, di tenere conto che le sue tesi verso la mia persona sono solo il tentativo di diffamarmi e di colpire la mia azione giornalistica e sindacale…Un grazie sentito a tutti quanti!!!’.

Piena solidarietà dai Partigiani della Scuola Pubblica

A questo proposito, registriamo la nota diffusa dai Partigiani della Scuola Pubblica tramite la quale si vuole esprimere la piena solidarietà a Lucio Ficara, quale ‘vittima di attacchi diffamatori tesi a ledere la sua immagine e la sua professionalità’.
Si sottolinea come ‘l’ostilità espressa online può avere conseguenze concrete nella vita delle persone, perché “virtuale è reale”’.
Il docente in questione avrebbe già preso di mira il Presidente della Commissione antimafia del Senato Nicola Morra, reo di avere preso le distanze dalle sue strumentalizzazioni, oltre ad aver preso di mira il Garante dell’Infanzia della Calabria dottor Antonio Marziale, reo di avere compreso che le sue denunce contro Ficara erano strumentali e prive di qualsiasi riscontro. La giustizia penale, ove il docente era ricorso più volte, per denunciare la Dirigente scolastica del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci di Reggio Calabria e lo stesso Lucio Ficara RSU della medesima scuola, ha fatto il suo corso, archiviando tutte le paturnie del docente ricorrente.’