Scuola, Personale ATA ultime notizie
Scuola, Personale ATA ultime notizie

Dopo 20 anni finalmente, a partire dal 1 gennaio 2020 i lavoratori ex LSU ATA saranno finalmente stabilizzati. Questo grazie anche all’impegno da parte dell’onorevole Luigi Gallo Presidente della VII COMMISSIONE CULTURA, SCIENZA E ISTRUZIONE. Gli ex LSU saranno assunti a 18 ore settimanali.

Personale ATA: stabilizzazione per gli ex LSU

Stabilizzazione ex LSU ATA

Dopo tanti anni (20 circa) finalmente a partire dal 1 gennaio 2020 i lavoratori exLSU ATA saranno stabilizzati!!!!

Ecco allora che dopo aver seguito questa annosa vicenda ed alla luce di tutti i comunicati in uscita su vari giornali online e non, viene voglia di scrivere cercando di dire o aggiungere qualche tassello in più.

Quando con la legge 124/1999 sono state trasferite allo Stato alcune competenze svolte dagli Enti Locali ( Comuni e Province) e tra queste i servizi di pulizia ed altre attività ausiliarie svolte nelle Scuole elementari e materne e negli Istituti secondari superiori a partire dal 1 gennaio 2000, si è creata una situazione a dir poco surreale, lo stato demanda a società private (cooperative) i dipendenti ( bidelli) impegnati nelle attività trasferite, ma sono stati anche trasferiti gli oneri per i contratti ( cd appalti storici) in essere e quelli per i soggetti LSU attraverso la stipula di nuovi appalti con imprese appaltatrici che hanno assunto alle proprie dipendenze a part- time gli ex LSU.

La questione diventa di competenza statale ma gestita da privati, lo stato stanzia dei fondi per gestire dei servizi nella scuola pubblica e per farlo vengono accantonati, posti di collaboratori scolastico nella misura del 25% della dotazione organica del personale ATA nelle Scuole presso cui prestano servizio di pulizia gli ex LSU, pertanto alla fine vengono decurtati dei posti di personale ATA circa 11800 per garantire dei servizi che vengono tolti al personale in servizio di ruolo o ai precari che aspirano al ruolo,

Certo chi legge penserà a qualcosa di anomalo o di così complesso che solo una mente contorta poteva escogitare, invece una legge (124/1999) dello stato per ridurre delle spese taglia dei posti pubblici (bidelli) per pagare delle cooperative di privati per svolgere lo stesso compito.

Adesso con l’impegno dell’Onorevole Luigi Gallo Presidente della VII COMMISSIONE CULTURA, SCIENZA E ISTRUZIONE si è giunti alla conclusione in quanto dal 1 gennaio tutti i lavoratori ex LSU saranno assunti a 18 ore settimanali, tenendo conto del numero di posizione in quanto sarà stabilizzato un numero massimo di 11700 persone.

Il mondo sindacale dovrebbe gioire ogni qual volta avviene una stabilizzazione o una immissione in ruolo di qualsiasi figura di lavoratore, ma questa volta è preoccupato in quanto con questa immissione in ruolo di figure che andranno a coprire posti già accantonati senza aver mai fatto formazione o prestato servizio sul profilo di collaboratore scolastico ma soltanto avendo fatto pulizie per conto di cooperative.

Come componente della Federazione Gilda Unams non posso che esser contento di questa stabilizzazione, ma lo sarò di più quando per i precari della scuola, mi riferisco al personale ATA inserito nelle varie graduatorie ad esaurimento e non avrà lo stesso trattamento.

Caro Presidente Gallo la sua è un’operazione di coscienza, la sua è stata una battaglia in questi anni a favore del mondo scolastico tutto, ma se lei è riuscito dove tanti suoi colleghi hanno più volte promesso senza poi adoperarsi concretamente per dare una stabilizzazione a tanti padri e madri di famiglia che in questi anni si sono ritrovati ad essere usati e sfruttati da queste cooperative , che proprio in questi giorni hanno mostrato il lato più becero lasciando tantissime persone senza stipendio, mi riferisco a Napoli dove grazie all’intervento dell’USR oltre 2000 persone riceveranno lo stipendio con gli arretrati a partire da giugno.

Le chiedo di adoperarsi affinché tramite la sua commissione e il Ministro Fioramonte e i vari organi di Governo abbiate a cuore concretamente il personale ATA DELLA SCUOLA procedendo ad ulteriori assunzioni, creando una sinergia con le OO.SS. ONDE DARE RISPOSTE UNITARIE al personale scolastico senza contrapposizioni inutili per la tutela dei lavoratori tutti, non devono esserci exLSU Co.Co.Co. o ATA PRECARI, IL LAVORO E’ LAVORO PER TUTTI, basta con “accantonamenti/stabilizzazione/precariatostorico” o altre forme di sudditanza psicologica.

Nella speranza di poter festeggiare con tanti colleghi immessi in ruolo senza distinzione alcuna, con forza chiedo attenzione per il mondo della scuola, per far dimenticare chi esordì con la battuta “ ci sono più bidelli che carabinieri” dimenticando che aveva autorizzato, procedendo al più grave licenziamento di massa nell’anno 2008, tagliando 200.000 posti di docenti e ATA creando le classi pollaio o esternalizzando la somministrazione delle pulizie nelle scuole creando quello che oggi viene sanato da lei Presidente Gallo, le chiedo di LAVORARE ancor di più per il mondo scolastico e nella fattispecie del personale ATA da me rappresentato.

Buon lavoro

Michele Mileto

Segretario Provinciale FGU GILDA UNAMS –Sin.ATA.S. Reggio Calabria
Messaggi – Contatti – Calendario – Opzioni – PEC webmail – Logout