Personale ATA
Scuola ed elezioni: le pulizie straordinarie saranno a carico del personale ATA?

Ultime notizie sul decreto per le assunzioni del Personale ATA, dopo lo stop appalti pulizia. Lo schema di decreto interministeriale è stato trasmesso al CSPI per il parere, e i sindacati hanno fatto sapere di esser stati convocati dal Miur per l’informativa sulla procedura il prossimo martedì 5 novembre.

Decreto stop appalti di pulizie: anticipazioni

Il decreto per le assunzioni degli ex LSU come Personale ATA, dopo lo stop appalti di pulizia, prevede una procedura per soli titoli finalizzata alla costituzione di una graduatoria generale di merito, articolata su base provinciale. Le assunzioni a tempo indeterminato, in qualità di collaboratori scolastici, avverranno con decorrenza 1 gennaio 2020. Le anticipazioni rivelano che i requisiti sono:

Loading...
  • il possesso del diploma di scuola secondaria di I grado (scuola media), conseguito entro la data di scadenza di presentazione della domanda;
  • 10 anni di servizio, anche non continuativi (inclusi gli anni 2018 e 2019) come servizi di pulizia e ausiliari presso istituzioni scolastiche ed educative statali, in qualità di dipendente a tempo indeterminato di imprese titolari di contratti per lo svolgimento di tali servizi.

I posti per regione sono già stati accantonati, ma Orizzonte Scuola scrive che quelli disponibili (per un totale di 11.263) risultano essere i seguenti:

  • Abruzzo 386
  • Basilicata 162
  • Calabria 612
  • Campania 2.536
  • Emilia Romagna 550
  • Friuli Venezia Giulia 40 (di cui 10 lingua slovena)
  • Lazio 1.728
  • Liguria 128
  • Lombardia 392
  • Marche 259
  • Molise 82
  • Piemonte 498
  • Puglia 1.611
  • Sardegna 205
  • Sicilia 952
  • Toscana 595
  • Umbria 179
  • Veneto 348

Domanda di partecipazione

La domanda di partecipazione alla procedura va presentata nella provincia dove è ubicata la scuola presso cui si presta servizio attualmente, tramite Istanze online.