Scuola, assenze per malattia segnalate ai Carabinieri: diventa virale la polemica contro il preside calabrese
Scuola, assenze per malattia segnalate ai Carabinieri: diventa virale la polemica contro il preside calabrese

Sta sollevando numerose polemiche la circolare diffusa sul sito dell’Istituto Comprensivo ‘Brogna’ di Polistena (Reggio Calabria) il 6 novembre scorso, secondo la quale ogni comunicazione di assenza dal servizio, da parte dei docenti, per motivi di salute, verrà comunicata alle forze dell’ordine per gli accertamenti del caso.

Preside di un istituto calabrese fa esplodere la polemica

Il dirigente scolastico spiega le ‘motivazioni’ di una circolare che, naturalmente, non poteva che far esplodere una feroce polemica: ‘Il Dirigente Scolastico informa tutto il personale Docente e ATA, che a causa di comportamenti poco professionali di alcuni, ogni comunicazione di assenza dal servizio da parte dello stesso, sarà costretto suo malgrado a comunicarla anche alle forze dell’ordine per l’accertamento del caso’.
Naturalmente, la notizia è divenuta virale sul Web e sui social, scatenando l’indignazione dei docenti e dei lavoratori della scuola.
h2>La nota della Flc-Cgil di Reggio Calabria

Durissima anche la reazione della Flc-Cgil di Reggio Calabria che ha provveduto a rispondere al dirigente scolastico attraverso una nota ufficiale: ‘La FLC CGIL Reggio Calabria in merito alla circolare pubblicata sul sito dell’IC Brogna di Polistena il 6 novembre 2019, che ha per oggetto: “Assenze per salute – Comunicazione del Dirigente Scolastico”; ritiene minacciosa ed inopportuna la dichiarazione del Dirigente di rivolgersi alle forze dell’ordine per sanzionare i lavoratori che si ammalano. Esistono specifici strumenti normativi che consentono al dirigente scolastico il controllo sulle assenze per malattia. Si considera inoltre che il riferimento a comportamenti poco professionali di alcuni circoscriva il problema a particolari soggetti, mentre la circolare estesa a tutti i lavoratori dell’Istituto, genera un clima di sospetto che lede l’immagine di tutta la scuola e non giova all’efficacia del sistema. L’invio sistematico di specifica documentazione sui lavoratori assenti per malattia, risulta dunque esorbitante e velleitario rispetto al problema e sottintende ad un più diffuso sistema di corruzione.
La FLC CGIL – prosegue la nota sindacale’ ritiene inoltre che considerare tutti alla stessa stregua alla fine non vada nella direzione auspicata dal Dirigente cioè colpire gli assenteisti, al contrario, rischia di trasformarsi in “così fan tutti” alla stregua di una sentenza assolutoria.
Si auspica pertanto che il Dirigente utilizzi le disposizioni di legge, piuttosto che le minacce per assicurare un clima di collaborazione piena e che riconosca valore ai lavoratori seri e professionali che nel suo Istituto sicuramente sono la maggioranza.’