Scuola, il ministro Fioramonti finisce sulla graticola: si invocano le 'promesse' dimissioni
Scuola, il ministro Fioramonti finisce sulla graticola: si invocano le 'promesse' dimissioni
Il ministro dell’istruzione, Lorenzo Fioramonti, ha rilasciato alcune dichiarazioni all’uscita dalla riunione del Consiglio Ue sull’educazione.

Fioramonti: ‘Stiamo lavorando per aumentare i finanziamenti nazionali alla formazione e alla ricerca’

‘Stiamo lavorando affinché aumentino i finanziamenti nazionali alla formazione e alla ricerca e vengano modificate le regole europee in modo che gli investimenti in ricerca e formazione possano essere scorporati’, queste le parole del numero uno del dicastero di Viale Trastevere, riportate dall’agenzia di informazione Ansa.

Il ministro si è dichiarato fiducioso sulle risorse nella legge di Bilancio

Fioramonti ha sottolineato come i ministri dell’istruzione siano favorevoli ad ‘un maggior investimento in formazione e ricerca: i ministri delle finanze di tutti i Paesi dell’Ue hanno sottolineato in riunione congiunta che è indispensabile farlo. Quindi, partendo da questo punto di vista, – ha aggiunto Fioramonti – è ovvio che se l’Unione Europea vuole rilanciare se stessa e il proprio sviluppo partendo da formazione e ricerca, dovrà anche consentire che le regole permettano di fare questo in tutti i Paesi dell’Unione. Mi sorprenderebbe – ha concluso il ministro – se ci fosse ancora un blocco così diffuso come in passato nei confronti di una proposta che è ragionevole e che guarda al futuro’.