Scuola, ecco i 5 emendamenti presentati dal PSI al decreto salvaprecari
Scuola, ecco i 5 emendamenti presentati dal PSI al decreto salvaprecari

Il PSI ha presentato alla Commissione Cultura alla Camera cinque emendamenti riguardanti il Decreto Scuola.

I cinque emendamenti presentati dal PSI in Parlamento

Il primo degli emendamenti riguarda la riapertura della terza fascia per i nuovi inserimenti, un tema ripreso nelle ultime ore anche dal sottosegretario al ministero dell’istruzione, Lucia Azzolina. Il secondo, invece, è inerente alla maturazione del requisito tenendo conto dell’anno scolastico in corso ai fini del concorso. Il terzo emendamento riguarda la possibilità per i docenti che prestano servizio nei percorsi leFP di poter partecipare al concorso ai fini dell’abilitazione. Il quarto riguarda le tutele per i candidati che hanno svolto tre o più annualità per i posti di sostegno. Infine, il quinto emendamento è relativo alla stabilizzazione dei docenti precari.

PSI, le dichiarazioni del segretario Enzo Maraio: ‘È il frutto di un continuo confronto con i docenti’

Il Segretario nazionale del Partito Socialista Italiano, Enzo Maraio, ritiene che gli emendamenti rappresentino il frutto di un gran lavoro svolto dal suo partito, ‘storicamente vicino ai docenti precari che quotidianamente svolgono un lavoro egregio al servizio dei nostri ragazzi, e dal Responsabile scuola, in sinergia con tante associazioni di precari e di insegnanti con cui in questi mesi ci siamo continuamente confrontati. Bisogna risolvere la piaga del precariato nelle scuole – ha dichiarato Enzo Maraio – garantire continuità didattica e abbattere il preoccupante divario culturale tra nord e sud del Paese’.