Docenti precari: report del Lumino Day organizzato a Roma
Docenti precari: report del Lumino Day organizzato a Roma

Per combattere in nome dei diritti dei docenti precari, in data 22 novembre 2019 si è svolto il Lumino Day, una fiaccolata per il lavoro, manifestazione organizzata a via Trastevere da ANDDL, sui gradini del ministero della pubblica istruzione. Come dichiarato dal professor Pasquale Vespa all’interno del comunicato stampa che proponiamo nel paragrafo successivo, si è trattato di un evento particolarmente sentito e partecipato. Accorsi da ogni regione d’Italia i coordinatori ANDDL, più innumerevoli precari i quali dopo anni, ancora lottano per una stabilizzazione che, purtroppo, tarda ad arrivare.

Docenti precari: il Lumino Day di Roma

 

Loading...

Lumino Day, fiaccolata per il Lavoro, la manifestazione organizzata da AnDDL a viale Trastevere su gradini del Ministero della Pubblica Istruzione a Roma, ieri 22 novembre.

E’ stato un evento particolarmente sentito e partecipato. Sono accorsi a Roma da tutte le Regioni d’Italia i coordinatori territoriali dell’Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori, insieme ai soci ed ai tanti precari che in queste settimane si sono attivati per la raccolta firme della Petizione per la Stabilizzazione di tutto il personale precario lanciata dal presidente AnDDL, il professor Pasquale Vespa.

All’appello hanno risposto dal Trentino alla Sardegna, dal Veneto alla Sicilia, dalla Campania alla Lombardia passando per il Piemonte, solo per citare alcune regioni dove si fa massicciamente ricorso a personale docente precario. Quei precari che non ci stanno a vedersi togliere il proprio lavoro da una procedura concorsuale che è tutt’altro che una fase di stabilizzazione. “Stabilizzazione attesa da non meno di 5 lunghissimi anni, inizio della lunga battaglia spesso in solitaria dell’AnDDL in una società in cui la partecipazione alle battaglie sindacali e civiche sono ormai relegate ad una manciata di click su piattaforme digitali” – è il laconico commento del presidente Pasquale Vespa.

Ed è proprio in controtendenza che si muove l’Associazione presieduta dal professor Vespa: “assemblee, manifestazioni, incontri ed ora una petizione ‘reale tra gente reale’, dal salumiere al professionista, dal sindacalista al politico, dalle famiglie dei precari ai docenti di ruolo, dalla scuola alla fabbrica. Nei ritagli di tempo”.

A Roma, in occasione dell’evento denominato “Lumino Day, fiaccolata per il Lavoro” si sono messe insieme le firme raccolte in tutta Italia con un primo risultato importante: la partecipazione e la solidarietà di 35mila cittadini italiani, che sono stati avvicinati dagli attivisti AnDDL, informati su quanto sta avvenendo da anni nella Scuola Statale e delle decisioni politiche che determineranno il futuro lavorativo di 55mila famiglie precarie che vivono di scuola.

Occasione per manifestare il profondo dissenso verso una soluzione che non rassicura i precari perchè ne stabilizzerà una minima parte, con l’odioso sistema delle crocette, mettendo a repentaglio sia la necessaria stabilizzazione con la doverosa assunzione in ruolo del personale che ha visto rinnovarsi, anno dopo anno, anche fino ad oltre 15 anni, il proprio contratto a tempo determinato, che l’abilitazione. Lo ricordiamo, l’Europa ha aperto una nuova procedura di infrazione nei confronti dell’Italia per l’abuso e la reiterazione dei contratti a termine e con il decreto Salva Precari che verrà discusso in Parlamento a partire da lunedì 25 novembre la soluzione al precariato è ancora, decisamente, lontana.

“La petizione verrà presentata al MIUR e le firme consegnate a Bruxelles a supporto di una denuncia che l’Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori ha intenzione di presentare alla Commissione Europea, commenta il professor Vespa. Perchè se questo Parlamento ha intenzione di archiviare così la pratica dei precari da stabilizzare noi la faremo riaprire nuovamente! Assumere 24mila precari e mandarne a casa 30mila non è la soluzione al problema. La raccolta firme continua, attiviamoci e collaboriamo tutti”.

Al calar della sera le fiaccole dei precari hanno cominciato a brillare nel cielo di una Roma che ha accolto la manifestazione con una splendida giornata di sole dopo un mese di pioggia incessante. Prossimi appuntamenti con il “Lumino Day, fiaccolata per il Lavoro” a Napoli e a Bologna.