Scuola, Lucia Azzolina attacca Salvini: 'Non era lui che diceva che i docenti non devono fare politica in classe?'

Nelle ultime ore ha sollevato una polemica la vicenda riguardante un insegnante che ha scritto sul proprio profilo Facebook frasi di stampo politico riguardanti la famosa questione delle ‘sardine’:
‘Cari studenti, se becco qualcuno di voi alla manifestazione delle “sardine”, da martedì cambiate aria: nelle mie materie renderò la vostra vita un inferno’, ‘Vedrete il 6 con il binocolo e passerete la prossima estate sui libri’, ‘Di idioti in classe non ne voglio’.

Il professore si è scusato

Il professore in questione ha provveduto a scusarsi pubblicamente: ‘Mi scuso pubblicamente con tutti gli studenti, genitori, colleghi e dirigenti. Non era certo nelle mie intenzioni mettere in difficoltà attraverso il mio scritto. Chi mi ha conosciuto sa che non sarei mai e poi mai in grado di compiere azioni del genere’.

Lucia Azzolina attacca Matteo Salvini

La vicenda aveva già sollevato vibranti polemiche anche e soprattutto nel mondo politico. Il sottosegretario al Miur, Lucia Azzolina, ha lanciato un duro attacco al leader della Lega, Matteo Salvini: ‘Violenza verbale, intolleranza, minacce non possono e non debbono appartenere a chi svolge la professione docente. Va contro ogni etica dell’insegnamento – scrive la deputata pentastellata – Le migliaia di giovani in piazza ci chiedono esattamente l’opposto: ascolto, tolleranza, inclusione, competenza ed un linguaggio non ispirato all’odio sociale. Abbiamo il dovere di accogliere il loro appello.
Ci segnalano il caso di questo insegnante che avrebbe minacciato i suoi alunni di bocciatura in caso di partecipazione alle proteste delle sardine. Se l’episodio fosse confermato sarebbe gravissimo. Chiederemo un approfondimento. Intanto domando a Salvini: non era lui che diceva che i docenti non devono fare “politica” in classe? Cosa dice, oggi, davanti a questo caso?’