Decreto Scuola, dopo l'OK della Camera il M5S si esalta: 'Un'altra picconata al muro dell'indifferenza'

Dopo l’esame dei quasi 300 emendamenti da parte delle Commissioni riunite di Istruzione e Lavoro, il testo del Decreto Scuola, modificato dopo l’inserimento degli emendamenti che hanno trovato accoglimento, approda oggi, lunedì 25 novembre, alla Camera dei Deputati. Così è stato stabilito ufficialmente dai capigruppo di Montecitorio.

Decreto Scuola, il testo approda alla Camera

Il testo verrà esaminato in Aula, per poi essere votato a partire da domani, martedì 26 novembre. Tra le novità che sono state inserite nel testo, quella riguardante la trasformazione delle graduatorie di istituto in graduatorie provinciali, l’estensione della platea dei possibili partecipanti al concorso straordinario, la riapertura della terza fascia per tutti i neolaureati e la proroga dei diplomati magistrale. Si preannuncia battaglia, invece, per quanto riguarda la questione relativa ai PAS: l’emendamento presentato dalla Lega, infatti, è stato bocciato.

La conversione in legge dovrà avvenire entro il prossimo 30 dicembre

In seguito all’approvazione alla Camera dei Deputati, il testo passerà al Senato: dovrà poi essere trasformato in Legge entro il prossimo 30 dicembre.
Qui sotto potrete consultare il testo che sarà presentato in data odierna alla Camera.

Testo decreto