Bonus docenti
Bonus docenti e stipendi

Il bonus al merito, prima esclusiva dei docenti di ruolo, è stato esteso anche ai precari della scuola. E’ quello che prevede il testo del decreto scuola alla Camera, adesso passato in Senato. La modifica verrà apportata all’art. 1 comma 128 della Legge 107/2015, che dopo le parole “di ruolo” conterrà le seguenti: “nonché con contratti a tempo determinato annuale o fino al termine delle attività didattiche”. Come funzionerà?

Come funziona il bonus merito per i precari

Il bonus merito per i precari funziona esattamente come quello per i docenti di ruolo. Le somme disponibili, stabilite dall’art. 40 del CCNL 2016/18, restano le stesse anche se si allarga la platea dei beneficiari. Le risorse sono attribuite a ogni scuola in base ad alcuni criteri predeterminati:

Loading...
  • numero di docenti presenti in organico (organico dell’autonomia);
  • percentuale alunni disabili,
  • percentuali alunni stranieri,
  • numero medio per classe,
  • percentuali sedi in aree montane o in piccole isole.

Vengono erogati 148,57 € per ogni docente in organico dell’autonomia, finanziati con l’80% delle risorse complessive. Una quota aggiuntiva, calcolata sul 20 % delle risorse complessive, per un totale di euro 28.560.000, viene ripartita in base a:
– percentuale di alunni con disabilità;
– percentuale di alunni stranieri;
– numero medio di alunni per classe,
– percentuale di sedi scolastiche in aree totalmente montane o in piccole isole.