Scuola e legge bilancio 2020 ultime notizie: lunedì fiducia in Senato, ecco le novità e le modifiche

La manovra finanziaria 2020 approda in Senato lunedì 16 dicembre per il voto di fiducia. Come sottolinea una nota pubblicata dal sindacato Anief, sono poche le novità in ambito scolastico, rispetto ai numerosi emendamenti presentati. Tra le modifiche più significative, Anief cita gli 11 milioni per la formazione su sostegno e 1 milione per bullismo e cyberbullismo, rispetto e parità di sesso (28.32); i 5 mila posti in più in organico di diritto di sostegno nelle scuole a rischio, alto flusso immigratorio e dispersione scolastica (28.91). Inoltre, come vi abbiamo riferito nelle ultime ore, secondo quanto annunciato dalla senatrice Bianca Laura Granato, scompare il merito e confluisce il fondo in contrattazione integrativa senza vincoli di destinazione (28.2000/6). Da registrare anche l’aumento dell’organico autonomia su posti di sostegno in presenza di sentenze definitive (28.2001) e i 390 posti (decisamente pochi) per il potenziamento infanzia (8.0.17). Infine, approvato l’emendamento per l’educazione finanziaria insieme ad educazione civica (28.0.2001).

Legge di Bilancio lunedì in Senato per il voto di fiducia

Il presidente dell’Anief, Marcello Pacifico, ha commentato le modifiche che sono state apportate, sottolineando come la politica avrebbe potuto fare molto di più, perdendo quella che poteva essere una grande occasione.
‘Sul sostegno siamo felici che il legislatore prenda atto delle sentenze che anche i nostri legali hanno ottenuto nei tribunali grazie al patrocinio gratuito offerto durante le campagne #nonunoradimeno, ma l’assegnazione dell’organico non deve avvenire in base al contesto sociale in cui si trova una scuola ma in base alla certificazione dell’alunno, del PEI come abbiamo sempre sostenuto. Da questo punto di vista – prosegue Marcello Pacifico – i 7 o 8 mila posti in più che saranno attivati grazie anche al contenzioso da Anief promosso non risolveranno il problema né della continuità didattica né del diritto all’istruzione richiesto da più di 80 mila famiglie che si ritroveranno sempre a chiedere l’intervento di un giudice e il legittimo risarcimento (in media di 500 euro mensili, nda). Le decine di posti su potenziamento sono risibili rispetto ai 45 mila posti precedentemente attribuiti su potenziamento e non tengono conto della necessità di mettere in organico i posti delle sezioni primavera.’

Pacifico: ‘Inascoltata richiesta di vincolare stipendi minimi al costo dell’inflazione’

La scomparsa del bonus merito, poi, – continua Pacifico – senza alcuna norma che tuteli l’attività degli attuali vicari non più destinatari dell’indennità di dirigenza pone una seria riflessione su come in contrattazione integrativa valutare la loro professionalità, mentre rimane inascoltata la richiesta di vincolare gli stipendi minimi al costo dell’inflazione. L’introduzione di educazione finanziaria nel novero delle 33 ore già destinate ad educazione civica a organici invariati rende nulla la volontà del Parlamento di dare una seria dignità a queste disciplina.’