Decreto Scuola ultime notizie, Pittoni: 'Si cambi testo che penalizza gli insegnanti'
Decreto Scuola ultime notizie, Pittoni: 'Si cambi testo che penalizza gli insegnanti'

Il senatore leghista Mario Pittoni si appella al Governo e al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, affinché venga cambiato il Decreto Scuola, un provvedimento che andrà a penalizzare gli insegnanti. Il Presidente della Commissione Cultura al Senato ha rilasciato un’intervista a ‘Il Messaggero Veneto’ all’interno della quale sottolinea l’esigenza, da parte delle forze di maggioranza, di apporre delle correzioni al testo.

Decreto Scuola, Pittoni lancia appello al Governo e al Presidente della Repubblica, Mattarella

‘La prossima settimana in Senato, Movimento 5 Stelle e Partito Democratico hanno l’occasione per limitare i danni che si sono autoinflitti con l’approvazione in prima lettura alla Camera del Decreto Scuola. I nostri emendamenti – sottolinea Pittoni – offrono pezze importanti per rendere meno indigesto un testo che da ‘salvaprecari‘ si è trasformato in ‘ammazzaprecari‘. Con la presa di distanza generale, a partire dai principali sindacati di settore, per i quali era stato pensato’.

Loading...

Mario Pittoni ha elencato i numerosi motivi di insoddisfazione per il Decreto Scuola

Pittoni ha elencato i diversi motivi per i quali non si può che essere insoddisfatti. Nel testo non c’è alcun percorso specifico per il conseguimento dell’abilitazione all’insegnamento, dedicato ai docenti in possesso di un’adeguata esperienza professionale. Non c’è traccia del corso di specializzazione sul sostegno dedicato a coloro che sono in servizio su posti di sostegno nella primaria, secondaria e infanzia senza essere in possesso del titolo di specializzazione. Manca un concorso riservato ai docenti di religione cattolica e alcuni hanno vent’anni di servizio. Si parla delle emergenze relative ai DSGA, oltre che dei reggenti facenti funzione, dei numerosi diplomati magistrale che rischiano di essere licenziati.