Scuola, pronto decreto 'spacchettamento' Miur: i ruoli, ecco di cosa si occuperà Lucia Azzolina
Il Ministero dell’Istruzione ha provveduto ad inoltrare agli Uffici Scolastici Regionali una nota riguardante lo sciopero nazionale di tutto il personale operante presso le Istituzioni scolastiche ed educative indetto dal sindacato SAESE per il giorno 8 gennaio 2020. Nella fattispecie si rende nota la delibera della Commissione di Garanzia.

Il testo della nota ministeriale sullo sciopero indetto dal sindacato SAESE per l’8 gennaio

Nel testo della nota ministeriale si legge quanto segue: ‘Facendo seguito alla nota 38465 del 13 dicembre u.s. si rappresenta che la Commissione di Garanzia per l’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali, con delibera del 16 dicembre 2019 — pos. 2245/19, ha comunicato che “l’astensione proclamata dall’Organizzazione sindacale SAESE per la giornata dell’8 gennaio 2020 risulta estranea all’esercizio legittimo del diritto di sciopero costituzionalmente garantito dall’art. 40 e, dunque, non rientra nell’ambito di applicazione della legge 146/1990 e successive modificazioni”, esonerando gli Uffici interessati “dal diramare la notizia dello sciopero e dal dare l’obbligatoria comunicazione all’utenza, essendo la fattispecie estranea alle previsioni di cui all’art. 2, comma 6, della medesima legge”. Poiché risulta che alcune scuole abbiano provveduto in modo autonomo a dare notizia dello sciopero in questione, si prega di portare a conoscenza la presente a tulle le istituzioni scolastiche di competenza affinché procedano all’eventuale rettifica.’
Dunque, lo sciopero proclamato dal piccolo sindacato per la giornata dell’8 gennaio, alla ripresa delle lezioni dopo le vacanze per le festività natalizie è stato stoppato dalla Commissione di Garanzia. Del resto anche lo sciopero proclamato lo scorso anno nelle giornate del 7 e 8 gennaio fece riscontrare una bassissima adesione (0,50% del personale).