Lucia Azzolina
Scuola, ‘la ministra Azzolina decide da sola e fa scelte fuori luogo’

Una delle novità contenute nel decreto scuola e ‘sponsorizzate’ caldamente dal neo ministro dell’istruzione, Lucia Azzolina, è quella rappresentata dalla ‘call veloce‘. Il nuovo titolare del dicastero di Viale Trastevere, venerdì scorso, all’interno di un messaggio postato su Facebook ha promesso tempi rapidi in merito ai provvedimenti attuativi del decreto scuola ed, in particolare, sul nuovo regolamento riguardante la ‘call veloce’. Ecco le parole del ministro dell’istruzione.

Lucia Azzolina sulla ‘call veloce’: ‘Presto il nuovo regolamento per velocizzare la chiamata dei supplenti’

‘Scriveremo rapidamente i provvedimenti attuativi del decreto scuola. Primi fra tutti il nuovo regolamento per velocizzare la chiamata dei supplenti e quello per la ‘call’ che consentirà a chi vuole subito il ruolo e il contratto a tempo indeterminato di poter andare a insegnare volontariamente anche in un’altra regione diversa dalla propria.’

Loading...

‘Call veloce’ docenti, ecco in cosa consiste

Vediamo in dettaglio in cosa consiste la ‘call veloce’ dei docenti. I vincitori e gli idonei inseriti nelle graduatorie dei concorsi e delle Graduatorie ad Esaurimento (di tutti gli ordini di scuola) potranno, su base volontaria:

  • presentare istanza per i posti di una o più province di una medesima regione, per ciascuna graduatoria di provenienza.
  • l’istanza è presentata esclusivamente mediante il sistema informativo del Ministero dell’istruzione e le immissioni in ruolo sono effettuate entro il 10 settembre di ciascun anno.
  • l’immissione in ruolo comporta, all’esito positivo del periodo di formazione e di prova, la decadenza da ogni graduatoria finalizzata alla stipulazione di contratti a tempo determinato o indeterminato per il personale del comparto scuola, ad eccezione delle graduatorie di concorsi ordinari per titoli ed esami di altre procedure, nelle quali l’aspirante sia inserito.