Scuola, bonus 500 euro docenti ultime notizie: Miur vuole cambiare Carta del docente, beffa in arrivo?
Scuola, bonus 500 euro docenti ultime notizie: Miur vuole cambiare Carta del docente, beffa in arrivo?

Possibili novità in arrivo per la Carta del Docente? Sembrerebbe proprio di sì, a giudicare dalle ultime indiscrezioni provenienti dal Ministero dell’Istruzione.

Carta del docente ultime notizie: in arrivo modifiche sull’utilizzo del bonus 500 euro

Nei giorni scorsi, abbiamo anticipato la possibilità di modifiche nell’utilizzo del bonus da 500 euro che, annualmente, viene messo a disposizione dei docenti di ruolo per la formazione e l’aggiornamento: il dicastero di Viale Trastevere starebbe pensando ad una ‘restrizione’ nelle forme di utilizzo della Carta del Docente visti i frequenti casi di utilizzo ‘scorretto’ del bonus da 500 euro.
Inoltre, analizzando i dati della piattaforma Sofia, sarebbe emerso che soltanto 400mila docenti (su circa 700mila) si sarebbero registrati alla piattaforma utilizzata per l’incrocio tra domanda e offerta per la formazione dei docenti.
Sempre secondo quanto emerge dai dati raccolti dal Ministero, il 77 per cento degli insegnanti ha utilizzato il bonus per l’acquisto di computer e tablet mentre solamente il 7 per cento l’ha usato per i corsi di formazione.
Partendo da questi dati, il Miur avrebbe intenzione di escludere il materiale hardware dalla lista possibile di acquisti: in buona sostanza, tablet e PC potrebbero essere ‘vietati’ nell’utilizzo della Carta del Docente. 

Ipotesi bonus 500 euro nello stipendio

L’altra ipotesi di cui si sta insistentemente parlando è quella di una possibile confluenza dei 500 euro nella busta paga, un’ipotesi, però, che presenterebbe uno svantaggio non certo irrilevante, quello della tassazione. Una tassazione che potrebbe arrivare addirittura fino al 43 per cento: il bonus da 500 euro potrebbe quasi dimezzarsi per un aumento stipendiale che, tradotti in ‘soldoni’, significherebbe 23,75 euro al mese. Attualmente, invece, ciascun docente può utilizzare per intero i 500 euro, ogni anno.