Riapertura scuole ultim'ora, si è concluso incontro Miur-Cts-sindacati

Il sindacato Flc-Cgil ha pubblicato un comunicato attraverso il quale viene illustrato l’esito dell’incontro odierno al Ministero dell’Istruzione sul tema concorsi, abilitazioni, assistenti amministrativi facenti funzione di DSGA, rinnovo CCNL, mobilità e autonomia differenziata.
Flc-Cgil rende noto che sui concorsi sono state illustrate le bozze dei bandi.

Concorso straordinario secondaria, le questioni affrontate

Per quanto riguarda il concorso straordinario secondaria sono state affrontate le seguenti questioni:

  • l’accesso su posto comune per quei docenti che hanno servizio solo su sostegno. Questi docenti debbono poter partecipare al concorso straordinario come prevede chiaramente l’emendamento approvato in Parlamento;
  • il rapporto tra punteggio dato alla prova e punteggio dato ai titoli con una netta prevalenza del servizio;
  • la pubblicazione della banca dati dei quesiti;
  • tempi e procedure distinte nell’ambito dello straordinario per la procedura solo abilitante e quella sia abilitante che finalizzata all’assunzione. In pratica ci saranno due bandi distinti, che però a nostro avviso dovranno partire in tempi ravvicinati. È chiaro che il concorso per la stabilizzazione richiede maggiore urgenza, per poter fare le assunzioni entro settembre, ma è anche vero che l’altra procedura deve partire altrettanto celermente per non lasciare indietro gli altri lavoratori (docenti provenienti da altro ruolo, IFP, paritarie, servizio misto) e per dare anche ai precari dello stato questa ulteriore possibilità di accedere all’abilitazione;
  • abbiamo chiesto una semplificazione generale delle tabelle, per dare massima rilevanza al servizio;
  • abbiamo chiesto anche di circoscrivere il più possibile l’ambito dei quesiti, perché i programmi del concorso 2016 sono molto vasti.

Concorsi ordinari, le richieste della Flc-Cgil

In merito ai concorsi ordinari, invece, il sindacato Flc-Cgil ha chiesto:
  • l’eliminazione della prova preselettiva o in subordine la pubblicazione della banca dati dei quesiti;
  • il riconoscimento del servizio, anche di quello svolto su sostegno nella procedura concorsuale della classe di concorso;
  • la semplificazione della tabella dei titoli, per privilegiare pochi titoli di spessore, ad esempio la laurea, il dottorato, la specializzazione su sostegno;
  • la valorizzazione della laurea in scienze della formazione primaria (per il concorso della scuola primaria e dell’infanzia).