Concorso straordinario: info sui docenti di sostegno
Concorso straordinario: info sui docenti di sostegno

In attesa del bando riguardante il concorso straordinario per la secondaria, lo studio legale Esposito/Santonicola, tramite un nuovo comunicato, precisa la situazione dei docenti con triennio di servizio sul sostegno secondaria sprovvisti di specializzazione. Ebbene, gli avvocati Ciro Santonicola e Aldo Esposito informano l’attivazione da parte dello studio legale di un’iniziativa giudiziaria, nella sede amministrativa, per gli insegnanti in questione. La situazione per questa classe di docenti è spinosa: ritenuti specializzati sul campo, sono comunque esclusi dal concorso straordinario sostegno, pur avendo contribuito alla redazione del P.E.I ed all’arricchimento dell’offerta didattico formativa degli alunni diversamente abili.

Concorso straordinaria: è previsto il reclutamento riservato?

Gli avvocati Esposito e Santonicola hanno chiarito come si attendano eventuali aggiornamenti da parte del MIUR per comprendere se i docenti con tre anni di servizio sul sostegno secondaria, reiteramente nominati attraverso le graduatorie incrociate della classe di concorso, abbiano la possibilità al reclutamento riservato, anche sulla materia. Secondo i legali, una risposta negativa sarebbe, ad ogni modo, illogica, in quanto il nuovo decreto scuola già puntualizza come il servizio svolto sul sostegno, in assenza di specializzazione, possa considerarsi valido ai fini della partecipazione alla procedura straordinaria per la classe concorsuale. Fermo restando il requisito dell’anno di servizio specifico.

Altro motivo della illogicità per un’eventuale risposta negativa è dato dal fatto che i docenti a tempo indeterminato nelle scuole statali con almeno tre anni di servizio, potranno partecipare al citato concorso (ed ai fini del futuro passaggio di ruolo) anche senza l’annualità specifica nella secondaria. Per avere un quadro più preciso della situazione sarà necessario attendere l’emanazione del bando ed eventuali faq informative. Lo studio legale Esposito/Santonicola promette i monitorare costantemente la situazione per attivare, laddove sia necessaria, un’opportuna tutela giudiziaria.