Scuola ultime notizie: nuove modalità di conferimento delle supplenze
Scuola ultime notizie: nuove modalità di conferimento delle supplenze

Ci scrivono tantissimi diplomati magistrali preoccupati di non poter più lavorare a causa della saturazione delle graduatorie concorsuali. Il prossimo concorso ordinario non sarà bandito in tante regioni meridionali. I depennamenti dalle GAE in seguito ai meriti negativi, costringeranno molti di loro ad uno stato di disoccupazione. Il presidente di ANIEF Marcello Pacifico è convinto che la supplentite continuerà ancora, nonostante i prossimi concorsi. Ecco come risponde alla domanda se si ripartirà quindi con un numero alto di supplenze nel prossimo anno scolastico.

Ancora tante supplenze

 

Sì il prossimo anno, nonostante questi concorsi saranno banditi a breve, con un alto numero di precari. 3 su 4 rimarranno precari. Tutto questo rispetto alla limitazione a priori della platea dei partecipanti al concorso straordinario, alla limitazione di quelli che saranno dichiarati vincitori e saranno assunti su concorso straordinario e alla limitazione dei posti banditi, che sono meno della metà rispetto ai posti che ogni anno vengono affidati a supplenze. Tutto ciò per la perdurante volontà da parte dello Stato di non voler adeguare l’organico di fatto all’organico di diritto laddove non ci sono titolari.
Conclusioni
Stanti così le cose possiamo dire che i timori dei diplomati magistrali sono infondati. Ci sono ancora anche carenze nell’organico delle scuole. Molti dirigenti scolastici non riusciranno a far fronte a questa emergenza nemmeno con le MAD.