Lucia Azzolina
Scuola, ‘la ministra Azzolina decide da sola e fa scelte fuori luogo’

Il Ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, è intervenuto al ‘Safer Internet Day’ a Napoli, la giornata mondiale per la sicurezza in Rete. A questo proposito, il numero 1 del dicastero di Viale Trastevere ha scritto un messaggio su Facebook all’interno del quale ha parlato del ‘linguaggio d’odio’ e delle ‘aggressioni’ che avvengono in Rete. Un argomento che, di riflesso, ha riguardato anche il Ministro in prima persona.

Il Ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina: ‘Basta aggressioni sui social’

‘Credo che oggi, al Safer Internet Day a Napoli, abbiamo lanciamo un messaggio semplice ma importante – scrive Lucia Azzolina  – di fronte alle sfide e ai pericoli della Rete e del digitale i nostri ragazzi non sono soli. Noi ci siamo. Come adulti, come istituzioni, come scuola. Siamo al loro fianco e, spero, siamo anche pronti a fare un passetto in più perché dobbiamo dare il buon esempio, soprattutto noi politici. Basta aggressioni sui social. È nostra responsabilità liberare questi strumenti dal linguaggio d’odio.
Secondo la ricerca che è stata presentata oggi solo il 4% dei partecipanti alla rilevazione si connette “poco”. Quindi penso sia ora di assumerci definitivamente la responsabilità di guidare i giovani in questo labirinto. Come ho detto oggi, ragazzi, so che siete nativi digitali e vi sembra di poter fare tutto e bene con il vostro cellulare. Ma basta poco per perdere il controllo dei propri dati, della propria identità, per finire nei guai. La scuola può fornire le competenze per decidere che vale di più, ad esempio, la nostra privacy di un like.’

Loading...

Lucia Azzolina: ‘Anch’io ho subito minacce’

‘Anch’io ho subìto minacce – ha sottolineato nel suo intervento il Ministro Azzolina – ed è proprio per questo motivo che voglio intervenire perché il problema non è solo degli studenti ma anche degli adulti. Intervenire grazie alla scuola e con l’ educazione sui nostri studenti potrà significare costruire generazioni migliori. L’esponente del Movimento 5 Stelle si è rivolta a chi ha subito minacce ed offese in Rete dicendo di “essere molto forti perché dietro a chi fa più rumore spesso c’e’ una massa silenziosa di persone che ti scrivono in privato e ti dicono ‘vai avanti perché stai facendo bene’”.

Loading...