Scuola, ministra Azzolina firma decreto 'chiamata veloce': le novità, cosa cambia per le immissioni in ruolo docenti
Scuola, ministra Azzolina firma decreto 'chiamata veloce': le novità, cosa cambia per le immissioni in ruolo docenti

Importanti cambiamenti, in queste ore, al Ministero dell’Istruzione. Carmela Palumbo, infatti, andrà a dirigere l’Ufficio Scolastico regionale del Veneto: al suo posto, il Ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha nominato, quale direttore di Dipartimento, l’ex consigliere di Mariastella Gelmini, Max Bruschi.

Max Bruschi capo del Dipartimento del sistema educativo di istruzione e formazione del Miur

Il Consiglio dei Ministri ha ratificato questa decisione, ora al vaglio preventivo della Corte dei Conti. Max Bruschi ha lavorato anche con l’ex Ministro, Marco Bussetti, con la stessa Lucia Azzolina che lo ha voluto al suo fianco durante lo svolgimento delle sue funzioni in qualità di sottosegretario. Bruschi è stato consigliere dell’attuale Ministro per la stesura del decreto salvaprecari che ha visto la luce alla fine del mese di dicembre: Bruschi sarà a capo del Dipartimento del sistema educativo di istruzione e formazione del ministero dell’Istruzione per tre anni.

Sindacati preoccupati per i concorsi docenti

Una notizia indubbiamente poco apprezzata dai sindacati che hanno ancora bene in mente cosa succedette ai tempi della riforma dell’ex ministro Gelmini: Bruschi, infatti, fu tra gli ideatori della riforma dei Licei approvata ai tempi del governo del centrodestra. I sindacati temono soprattutto una cosa: considerando che ancora non è avvenuta la nomina del Direttore per il personale scolastico, potrebbe essere proprio Max Bruschi ad occuparsi in prima persona dei prossimi concorsi docenti. Un motivo in più per sottolineare la recente rottura della trattativa Miur-sindacati proprio a motivo della presa di posizione del Ministro Azzolina, in particolar modo sul concorso straordinario riservato ai docenti con più di 3 annualità di servizio. I bandi per i prossimi concorsi sono al momento all’esame del CSPI (Consiglio superiore della Pubblica Istruzione), ultimo passaggio dovuto prima della pubblicazione.