Scuola, personale ATA ultime notizie: nuova sentenza su ricostruzione carriera
Scuola, personale ATA ultime notizie: nuova sentenza su ricostruzione carriera

Nuova sentenza a favore del personale ATA, quella ottenuta da Anief presso il Tribunale del Lavoro di Pisa: in particolar modo gli Avvocati Fabio Ganci, Walter Miceli e Simona Rotundo si sono visti accolti i ricorsi a favore di due Assistenti Tecniche e Amministrative che rivendicavano il diritto al riconoscimento immediato e per intero in merito al servizio svolto con contratto a tempo determinato ai fini della ricostruzione di carriera (13 e 9 anni di servizio come precarie) e il conseguente collocamento nella corretta fascia stipendiale.

Personale ATA ultime notizie, nuova sentenza a favore per la ricostruzione di carriera

Il Ministero dell’Istruzione, pertanto, dovrà provvedere immediatamente al nuovo inquadramento delle due ricorrenti oltre al pagamento di Euro 1259 per le spese giudiziali.
Il Giudice del Lavoro di Pisa ha evidenziato nella sentenza come “per gli ATA l’anzianità maturata durante il servizio preruolo è riconosciuta in modo parziale al momento dell’assunzione a tempo indeterminato, e non è riconosciuta affatto all’interno del periodo di precariato”.
Si precisa, inoltre, come ulteriore motivazione di accoglimento del ricorso, che “tale disciplina, in assenza di una ragione oggettiva che giustifichi il diverso trattamento rispetto al servizio di ruolo, non è conforme alla clausola 4 dell’accordo quadro allegato alla direttiva 1999/70/CE”.

Anief: ‘Il personale ATA precario è discriminato’

Il presidente di AniefMarcello Pacifico, ha così commentato: ‘Il personale ATA precario è discriminato all’interno della contrattazione collettiva e nella normativa interna che regola la ricostruzione di carriera anche dopo l’immissione in ruolo. Il nostro sindacato continuerà la sua battaglia al fianco di tutti i lavoratori della scuola fino a quando ogni discriminazione normativa e contrattuale non sarà superata’.