Decreto Milleproroghe 2020, OK della Camera: le novità per la scuola

Il Decreto Milleproroghe 2020 è stato approvato alla Camera dei Deputati con 315 voti a favore, 221 contrari ed un astenuto. Ora il testo legislativo si sposterà al Senato per essere approvato entro la fine di questo mese.

Approvato alla Camera Decreto Milleproroghe: concorsi, 30 aprile termine ultimo per la pubblicazione dei bandi

Per quanto riguarda le novità riguardanti la scuola, in primis, c’è quella riguardante il termine ultimo per la pubblicazione dei bandi di concorso, termine fissato al prossimo 30 aprile. Ricordiamo che il decreto legge N. 126/2019 convertito successivamente in legge N. 159 del 20 dicembre aveva indicato come termine ultimo l’anno 2019.
Il Decreto Milleproroghe, invece, prevede il seguente emendamento: ’10-quater. All’articolo 1, comma 1, del decreto-legge 29 ottobre 2019, n. 126, convertito, con modificazioni, dalla legge 20 dicembre 2019, n. 159, le parole: «entro il 2019» sono sostituite dalle seguenti: «entro il 30 aprile 2020».
È opportuno sottolineare, comunque, che il termine del 30 aprile è puramente indicativo visto che il Ministero dell’Istruzione ha tutto l’interesse ad affrettare i tempi per riuscire a far salire in cattedra i 24mila nuovi assunti dal concorso straordinario secondaria già il 1° settembre prossimo.

Classi pollaio

Come anticipato dal Ministro Azzolina nei giorni scorsi, sono stati stanziati oltre 55 milioni di euro per l’aumento dell’organico e la riduzione del numero degli alunni nelle classi, a partire da quelle dove sono presenti studenti con disabilità. Si partirà dalla scuola secondaria di secondo grado. Le risorse saranno ripartite su base regionale, considerando il numero di classi con un numero di iscritti superiore a 22 alunni, ridotti a 20 in presenza di studenti con grave disabilità certificata.

Programma di studio concorso straordinario secondaria

Come vi abbiamo anticipato nei giorni scorsi, nel decreto Milleproroghe è stato approvato un emendamento riguardante il programma di studio per la prova scritta del concorso straordinario della scuola secondaria secondo cui ‘La prova scritta relativa al concorso straordinario della scuola secondaria e alla procedura finalizzata all’abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria riguarderà il programma di esame previsto per il concorso ordinario per titoli ed esami e non quello del concorso per titoli ed esami del 2016.’

Invalsi e assunzione idonei concorso Dirigenti scolastici 2017

Novità anche per quanto riguarda l’Invalsi, con i risultati della prova che non saranno inseriti nel Curriculum studente. Si fa slittare l’ingresso del curriculum allegato al diploma al 1° settembre 2020: in ogni caso non potrà contenere i risultati delle prove Invalsi.
È stato approvato anche un emendamento per l’assunzione anche degli idonei del concorso Dirigenti scolastici 2017 fino a completo scorrimento della graduatoria.