TFA sostegno
TFA Sostegno

TFA sostegno 2020: per la partecipazione, è richiesto ai candidati il pagamento di una tassa. A quanto ammonta? Per saperlo con esattezza bisogna attendere la pubblicazione dei bandi (potete controllare dove e quando dai link di questa pagina), ma possiamo farci un’idea sufficientemente chiara prendendo ad esempio il precedente ciclo di TFA.

Tassa TFA sostegno 2020: non è uguale per tutti

In occasione dello scorso ciclo del TFA sostegno, la tassa non è stata uguale per tutti ma è variata in base all’Università. Si è andati dai 40 euro dell’Università di Perugia ai 180 euro del Suor Orsola Benincasa. Per ogni percorso scelto, si paga una tassa di iscrizione che non è rimborsabile.

Chiarimenti prova preselettiva

Le prove preselettive del TFA sostegno 2020 si svolgeranno nelle seguenti date nazionali:
  • 2 aprile mattina scuola di infanzia
  • 2 aprile pomeriggio scuola primaria
  • 3 aprile mattina scuola secondari di I grado
  • 3 aprile pomeriggio scuola secondaria di II grado

Per come è formulato il calendario, non è possibile svolgere il test in Università diverse, se non per gradi diversi di scuola, sebbene restino rischi non previsti legati a ritardi o disguidi nello svolgimento delle prove.

Il test preliminare, della durata di 2 ore, è formato da 60 quesiti formulati con 5 opzioni di risposta, di cui solo una corretta. Di questi 60 quesiti, 20 sono volti a verificare le competenze linguistiche e la comprensione dei testi in lingua italiana. Una risposta corretta vale 0,5 punti, mentre la mancata risposta o la risposta errata valgono 0 punti.

Chi supera il test

Non esiste un punteggio minimo per superare il test. Sono ammessi alla prova scritta i candidati di numero pari al doppio dei posti disponibili nella singola sede + chi ha conseguito il medesimo punteggio dell’ultimo degli ammessi. A fare la differenza sono quindi i voti dei candidati e il numero dei posti disponibili per la singola Università.