Governo, ultimi sondaggi politici al 1° marzo: gli effetti del caos coronavirus
Governo, ultimi sondaggi politici al 1° marzo: gli effetti del caos coronavirus

Il ‘Corriere della Sera’ ha pubblicato gli ultimi sondaggi politici realizzati da Ipsos presso un campione casuale nazionale rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne secondo genere, età, livello di scolarità, area geografica di residenza, dimensione del comune di residenza. Sono state realizzate 1.000 interviste (su 5.813 contatti), condotte mediante mixed mode CATI/CAMI/CAWI tra il 25 e il 27 febbraio 2020.

Ultimi sondaggi politici al 1° marzo: gli effetti della vicenda coronavirus

Un sondaggio che risulta interessante se consideriamo il particolare momento che sta vivendo il nostro Paese per effetto dell’epidemia da coronavirus.
L’indice di gradimento del governo si attesta al 42 per cento, facendo segnare una diminuzione di 3 punti percentuali rispetto a fine gennaio. ‘Il Corriere della Sera’ sottolinea come questa diminuzione non sia solamente da attribuire alle vicende riguardanti il coronavirus, ma anche alle forti tensioni tra Italia viva e le altre forze della maggioranza.

Premier Giuseppe Conte in calo

Per quanto riguarda l’indice di gradimento relativo al premier Conte, questo risulta più elevato rispetto all’indice di gradimento del Governo (48%), ma comunque in calo (-2%) rispetto al mese scorso.
Dopo Conte, nella classifica degli indici di gradimento politici, si colloca Matteo Salvini (38%, in calo di 4 punti) seguito da Giorgia Meloni (37%, anch’essa in calo di 4 punti percentuali); a seguire Franceschini (31%) e Zingaretti (29%), entrambi in aumento di 2 punti. Più staccati il ministro della Salute, Roberto Speranza (21%), Di Maio, Berlusconi, Bellanova e Bonafede, tutti al 19%. Da registrare l’aumento di gradimento per Vito Crimi (17%, + 5 punti), mentre Matteo Renzi si attesta al  10%, in calo di 3 punti.

Lega in leggero calo, M5S stabile, sale Fratelli d’Italia

Per quanto riguarda il consenso dei partiti, al primo posto si conferma la Lega di Matteo Salvini con il 31,6% dei voti validi (meno 0,4%), seguita dal Partito Democratico con il 19,6% (-0,7%). Il Movimento 5 Stelle resta stabile al 14%, mentre sale Fratelli d’Italia (+1,3%) raggiungendo il 13,3%, il doppio del risultato ottenuto alle Europee. Forza Italia ottiene il 6,3% (-0,2%) mentre Italia viva fa registrare il 3,5% (-0,8%). Nel complesso le tre forze del centrodestra raggiungono il 51,2% dei consensi mentre il centrosinistra si attesta al 30,6%.