Anno scolastico 2020/21
Anno scolastico 2020/21

L’emergenza coronavirus e la conseguente chiusura delle scuole in alcune regioni d’Italia, specialmente al nord, sta ponendo degli interrogativi al personale scolastico, in considerazione dei diversi giorni di scuola che non verranno conteggiati nel corrente anno scolastico 2019/2020.
Per quanto riguarda la validità di quest’ultimo, il Governo ha applicato la deroga al vincolo dei 200 giorni di lezioni: qual è la normativa, invece, per i docenti neoassunti ai fini della validità dell’anno di prova? Anche in questo caso, la sospensione delle lezioni o la chiusura delle scuole non avrà alcun effetto sulla validità dei 180 giorni necessari ai fini dell’anno di prova dei neoassunti.

Coronavirus: chiusura scuole e anno di prova neoassunti

Secondo quanto stabilito dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, infatti, ‘sono del pari decurtati, proporzionalmente, i termini previsti per la validità dei periodi di formazione e di prova del personale delle predette istituzioni scolastiche’.
Ciò significa che i periodi di chiusura o di sospensione delle lezioni saranno calcolati ugualmente nei 180 giorni, come se ciascun neoassunto avesse effettivamente prestato servizio. 
Come riporta l’edizione odierna del quotidiano economico ‘Italia Oggi’, la misura serve solo a prevenire abusi e inadempimenti, in quanto non fa altro che applicare le ‘disposizioni generali contenute nel codice civile sia per quanto riguarda le disposizioni che regolano l’impossibilità sopravvenuta della prestazione (articolo 1256 e seguenti) sia per quanto riguarda l’inesigibilità della prestazione e della controprestazione (articolo 1463)’.