Diplomati magistrale, Tribunale Busto Arsizio reintegra docente assunta in ruolo con 'riserva'
Diplomati magistrale, Tribunale Busto Arsizio reintegra docente assunta in ruolo con 'riserva'

Un altero boccone amaro per i diplomati magistrale. Alcuni di loro, in possesso di diploma conseguito entro l’a.s. 2001/2002, hanno impugnato il decreto MIUR n. 495 del 2016 che aveva loro negato l’accesso alle GaE. Arrivati alle Sezioni Unite della Corte di Cassazione, la decisione è stata ancora una volta la stessa: il titolo non è abilitante e l’accesso alle Graduatorie ad esaurimento è negato.

Diplomati magistrale: i tanti no

I diplomati magistrale avevano incassato la negazione ad entrare in GaE sia dal Tar che dal Consiglio di Stato, che avevano respinto il ricorso presentato da alcuni di loro.  Contro la sentenza del Consiglio di Stato, si è presentato ricorso alla Corte di Cassazione (Sezioni Unite Civili, Ordinanza n. 5587 del 28 febbraio 2020),

Il diploma magistrale non è abilitante: la sentenza

Le Sezioni Unite hanno ricostruito i fatti del percorso giudiziario dei diplomati magistrale, e confermato le precedenti prese di posizione dei tribunali. Dopo aver dichiarato inammissibile il ricorso, hanno condannato i ricorrenti a pagare le spese del giudizio di € 3.000 + accessori.