NoiPa, ecco la nuova versione dell'app per Android e IOS

La piattaforma dedicata alla Pubblica Amministrazione, NoiPa, ha postato un messaggio sulla propria pagina Facebook attraverso il quale si annuncia la nascita di ‘Solidarietà Digitale’, una nuova iniziativa promossa dal Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, con il supporto tecnico di AgID, che si pone come obiettivo quello di ridurre l’impatto sociale ed economico nelle aree soggette a restrizioni a causa del Coronavirus (SARS-CoV-2), rendendo disponibili gratuitamente a cittadini e imprese una serie di servizi che consentono di:
– lavorare da remoto, attraverso connettività rapida e gratuita e l’utilizzo di piattaforme di smart working avanzate;
– leggere gratuitamente un giornale anche senza andare in edicola o un libro senza andare in libreria sul proprio smartphone o tablet;
– restare al passo con i percorsi scolastici e di formazione, grazie a piattaforme di e-learning, come proposto dal MIUR.Nel comunicato che è stato pubblicato anche sul sito ufficiale di NoiPa, si sottolinea come l’elenco dei servizi sia consultabile online su Solidarietà Digitale.

NoiPa, nasce Solidarietà Digitale

Le soluzioni sono messe a disposizione da imprese, privati e associazioni e sono rivolte a tutti coloro che risiedono nelle aree rosse colpite dal contagio del #COVID19.
Già diverse aziende hanno aderito all’iniziativa e qualsiasi altra potrà unirsi rendendo fruibili gratuitamente i propri servizi internet ai cittadini delle zone rosse. Per aderire basta scrivere una mail a repubblicadigitale@teamdigitale.governo.it fornendo le informazioni richieste.

Facilitazioni per ottenere SPID

Grazie all’azione di coordinamento di AgID, i 5 Identity Provider che forniscono le modalità di riconoscimento via webcam a pagamento, hanno messo a disposizione tale modalità in forma gratuita (aggiungendosi agli IDP che già forniscono questo servizio) per gli utenti che si trovano nelle zone rosse. L’obiettivo è facilitare le persone che si trovano in quarantena a fruire online dei servizi della PA e dei privati aderenti attraverso SPID. Oltre al riconoscimento via webcam, gli utenti possono richiedere SPID gratuitamente se sono già in possesso di firma digitale, carta d’identità elettronica (CIE) o carta nazionale dei servizi (CNS).