Concorsi scuola ultime notizie: esito confronto Miur-sindacati del 21 aprile

Una nota del sindacato Flc-Cgil ha fatto il punto della situazione in merito al concorso straordinario abilitante: nella giornata di ieri, 5 marzo, Miur e sindacati hanno avviato il confronto su una questione particolarmente delicata che avrà l’obiettivo di consentire l’accesso all’abilitazione ai docenti che abbiano maturato almeno tre anni di servizio presso istituzioni scolastiche e percorsi ricompresi nel sistema nazionale di istruzione e formazione, di cui almeno uno nella classe di concorso per cui vogliono partecipare.

Concorso straordinario abilitante, Miur ha presentato ai sindacati la bozza del bando: le criticità

Come riportato dalla nota sindacale, l’amministrazione ha confermato che l’interpretazione della norma per l’accesso ai docenti con tre anni di servizio su sostegno non è cambiata. Tuttavia vi sarebbe la disponibilità ad aprire un confronto sul VI ciclo del TFA di sostegno per favorire la partecipazione dei docenti con le tre annualità di servizio su questa tipologia di posto. Questo incontro, come rende noto la Flc-Cgil, si svolgerà entro la fine di marzo.
Inoltre, si rende nota disponibilità del Ministero dell’Istruzione a convocare un tavolo sui percorsi abilitanti a regime, tema su cui non è stata definita una data, sebbene sia previsto l’avvio del confronto.
L’amministrazione ha assicurato, inoltre, che i docenti con le 3 annualità di servizio maturate nella scuola statale secondaria potranno partecipare alla procedura abilitante in aggiunta al concorso per i 24 mila posti, e che quindi vi è questa duplice possibilità di partecipare anche in regioni diverse.
Per quanto riguarda il numero delle domande o la questione riguardante i programmi d’esame, il Ministero dell’Istruzione ha sottolineato di voler aspettare anche il parere del CSPI per valutare eventuali interventi migliorativi.
Seppur i sindacati abbiano rilevato dei passi in avanti, la presa di posizione del Miur continua a non soddisfare le richieste delle parti sociali. Resta di massima urgenza l’avvio del confronto sui percorsi abilitanti a regime, che costituiscono una risposta per quanti non riusciranno a superare il concorso straordinario e devono rappresentare inoltre un’occasione per coniugare l’accesso all’abilitazione con una formazione di qualità.
Sindacati critici anche in merito all’esclusione dei docenti con tre annualità di servizio su sostegno, un discorso sul quale Flc-Cgil ha promesso di dare battaglia.