Emergenza coronavirus e Laurea in Medicina abilitante, ma non per tutti: 1000 medici fuori dal sistema

Un articolo pubblicato da ‘Il Corriere della Sera‘ fa il punto della situazione sulle speranze di poter trovare delle cure e soprattutto il vaccino anti coronavirus. Una di queste possibili cure riguarda il Tolicizumab, un farmaco contro l’artrite reumatoide, che viene impiegato in oncologia per la sua efficacia contro le infiammazioni polmonari.

Coronavirus, corsa contro il tempo per trovare una cura efficace

Il direttore dell’oncologia del ‘Colli Vincenzo’ di Montesarchio e gli infettivologi del Cotugno lo hanno impiegato su 10 pazienti che hanno contratto il coronavirus, ottenendo dei buoni risultati. Anche il primario infettivologo del San Martino di Genova, Matteo Bassetti, ha confermato l’efficacia del farmaco. A questo proposito, il ‘Corriere della Sera’ sottolinea come l’agenzia italiana del farmaco stia per dare l’OK alla sperimentazione di Tolicizumab, prodotto da Roche.
Al momento non sono disponibili antivirali specifici contro il coronavirus. Si sta tentando con una combinazione di farmaci impiegati contro l’Aids e altri contro Sars e Ebola, il Remdesivir di Gilead. Viene utilizzato anche un antimalarico, la clorochina.

Loading...

Vaccino contro coronavirus, una corsa ad ostacoli

Per quanto riguarda il vaccino, invece, quali speranze ci possono essere? Un istituto di ricerca israeliano ha annunciato pochi giorni fa importanti risultati scientifici per arrivare ‘alla rapida creazione di un vaccino’. Si starebbe lavorando su un farmaco preventivo contro il virus della bronchite infettiva, malattia del pollame. I ricercatori sono dell’opinione che ‘il coronavirus del pollame ha un’elevata somiglianza genetica con il SARS-CoV 19’.
In ogni caso, è ancora presto per farsi illusioni: ci vogliono tempo e denaro. Secondo il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi servirebbero 1 miliardo e 900 milioni di euro e 1-2 anni tra l’avvio degli studi e l’autorizzazione di un’agenzia sanitaria. Senza contare, poi, il problema legato alle difficoltà di produzione su larga scala.

Loading...