Riapertura scuola,

L’emergenza coronavirus sta spaventando, purtroppo, tutto il nostro Paese, anche e soprattutto il mondo della scuola: la chiusura delle scuole sino al 3 aprile fa sorgere diversi interrogativi per quanto riguarda la parte finale del corrente anno scolastico anche se il Ministero dell’Istruzione ha più volte ribadito come non vi saranno problemi per quanto riguarda la validità dell’anno scolastico.
È naturale, comunque, domandarsi se ci sarà un prolungamento per quanto riguarda le lezioni o quando si potranno tenere gli Esami di Stato.

Coronavirus e chiusura scuole: Esami di Stato, i possibili scenari

Secondo Professionisti Scuola, il Miur starebbe pensando ad un piano straordinario per gli Esami di Stato, nel caso in cui l’emergenza dovesse (speriamo di no) prolungarsi: prendendo come modello quanto accadde nei territori colpiti da sisma, gli studenti sostennero gli esami solamente con prove orali. È chiaro, comunque, che un’eventuale proroga della chiusura delle scuole finirebbe per compromettere la preparazione degli studenti tenendo presente che la didattica a distanza non si può paragonare alla scuola vera e propria, alle lezioni tenute in classe.
Secondo quanto stabilito in precedenza, comunque, l’Esame di Stato non dovrebbe prevedere l’interrogazione sull’alternanza scuola-lavoro: inoltre, è probabile l’annullamento delle prove Invalsi.

Loading...

Il Ministro Lucia Azzolina: ‘Niente 6 politico’

Secondo Professionisti Scuola, inoltre, è possibile che venga evitata la figura del commissario esterno in modo che gli studenti possano essere valutati solo dai loro docenti che conoscono il loro percorso e soprattutto sono consapevoli del programma svolto. Non è da escludere nemmeno l’ipotesi di programmi con meno argomenti, considerando la lunga chiusura delle scuole.
Se da una parte il Ministro Azzolina dichiara di non voler prendere nemmeno in considerazione l’idea del cosiddetto ‘6 politico’, dall’altra siamo consapevoli del fatto che la maturità di quest’anno non potrà essere uguale alle altre.
Il segretario generale della Uil Scuola, Pino Turi, ritenendo opportuno ‘garantire il diritto allo studio per tutti e, in particolare, per coloro che sono impegnati negli esami di maturità’ ha avanzato la proposta di tenere ‘anche a settembre’ gli Esami di Stato. Tuttavia quest’ultima ipotesi sarebbe difficile da attuare considerando che l’inizio dell’anno scolastico comporta tutta una serie di impegni non indifferenti, il tutto in un lasso di tempo estremamente ridotto.

Loading...

Prolungamento dell’anno scolastico?

Per quanto riguarda la questione riguardante l’eventuale prolungamento dell’anno scolastico, Pino Turi ha proposto di recuperare le giornate perse andando a scuola tutto il mese di giugno ed anche una parte di luglio, una proposta rilanciata dal deputato di Forza Italia, Dario Bond, che ha parlato di allungamento dell’anno scolastico fino alla fine di giugno, con il potenziamento delle lezioni mediante rientro nelle ore pomeridiane nei mesi di maggio e giugno allo scopo, a suo dire, di migliorare la scuola italiana.
Si tratta di proposte, però, sulle quali non è d’accordo il ministro della pubblica istruzione Lucia Azzolina che ha affermato che non esiste alcun pericolo che gli studenti perdano l’anno scolastico e per questo non vede la necessità di posticipare la fine delle lezioni a tutto il mese di giugno.
Ricordiamo, comunque, che si tratta solo di ipotesi anche perché al momento ciò di cui possiamo essere certi è che gli istituti resteranno chiusi fino al 3 aprile: non sappiamo ancora se tale termine verrà prorogato oppure no.