Una notizia inquietante quella che riguarda un vecchio servizio del TG3 Leonardo risalente al 16 novembre 2015 dove si parla di un coronavirus creato in un laboratorio cinese. Il giornalista Maurizio Menicucci menzionava una notizia pubblicata dalla rivista scientifica Nature in merito a un esperimento fatto nel 2015 in laboratorio da ricercatori cinesi: l’esperimento riguardava l’innesto di una proteina presa dai pipistrelli sul virus della Sars, allo scopo di ricavarne ‘un supervirus che potrebbe colpire l’uomo’.

Il video di TG3 Leonardo del 16 novembre 2015 sul ‘supervirus’

Il caso è scoppiato ieri pomeriggio e il video del servizio è divenuto, in poco tempo, ‘virale’, anche perché nel servizio si riportavano le perplessità della comunità scientifica in merito a questi esperimenti condotti in laboratorio. Le teorie complottistiche che già circolavano all’inizio della pandemia hanno ritrovato spinta e vigore.

Loading...

Il capogruppo della Lega in commissione Affari esteri, Eugenio Zoffili, si sarebbe rivolto al ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, perché ‘chiarisca subito con le autorità cinesi l’origine del Covid-19’.

Loading...

In riferimento al servizio televisivo che risale al 2015, si chiede di ‘attivare subito tutti gli accertamenti del caso. La verità deve venire a galla’.

Anche il TG satirico di Canale 5, ‘Striscia la notizia’, ha mandato in onda il servizio del TG3 e le polemiche sui social si sono scatenate.

Il virologo Burioni parla di ‘ultima scemenza’

Durissima la replica del virologo Roberto Burioni che, su Twitter, definisce la questione come ‘l’ultima scemenza’: ‘Tranquilli – ha spiegato Burioni – è naturale al 100%, purtroppo’. Anche la curatrice del TgR Leonardo, Silvia Rosa Brusin, è intervenuta per placare le polemiche: ‘Il pezzo del 2015 si riferiva a un esperimento fatto con fondi americani e cinesi che avrebbe dovuto essere un avvertimento per il mondo. Tra i due virus non c’è parentela’.

Qui sotto potrete visionare il servizio di TG3 Leonardo che sta destando polemiche.