Decreto maggio, premier Conte: 'Stiamo lavorando anche per la scuola'

Il Consiglio dei Ministri si appresta a riunirsi per il nuovo DPCM, atteso nelle prossime ore, che sancirà, con tutta probabilità, la proroga dei blocchi e delle chiusure previste sino al 3 aprile. Nonostante stiano arrivando segnali incoraggianti sul rallentamento del contagio, l’isolamento a casa resta ancora l’unica strada percorribile verso un’uscita più celere dall’epidemia.

Loading...

Coronavirus, in arrivo nuovo DPCM del Governo Conte

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, dopo un consulto con il Comitato tecnico scientifico, resta dell’opinione di prorogare tutte le misure di contenimento almeno fino a Pasqua.
In merito alla futura riapertura delle scuole, il presidente di Anief, Marcello Pacifico, ha sottolineato come le scuole non siano aziende ma, comunque, al loro interno vi operano più di 8 milioni di alunni e un milione tra docenti e personale. Secondo i virologi, i giovani sono i maggiori portatori del virus. Secondo Pacifico, quindi, non bisogna avere fretta: le scuole non possono riaprire ad aprile e forse nemmeno a maggio.

Loading...

‘Governo e ministero dell’Istruzione dovrebbero concentrarsi sull’organizzazione di fine anno’

‘Nel frattempo – sottolinea il presidente di Anief – Governo e ministero dell’Istruzione dovrebbero concentrarsi sull’organizzazione di fine anno, evitando disparità di trattamento e predisponendo gli esami finali per le scuole medie e superiori, andando anche a cambiare le norme in vigore. Noi abbiamo tracciato la strada anche per affrontare le problematiche impellenti, come reclutamento, contrasto alla precarietà e incentivi per le famiglie, con 15 emendamenti al DL n. 18 del 17 marzo 2020. Se non ci si muove finiremo l’anno scolastico male e il prossimo sarà pregiudicato”.
Secondo il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, le prime attività a riprendere saranno quelle produttive, naturalmente una volta che sarà arrivato l’OK dei virologi.

Anief: ‘La scuola deve riaprire per ultima’

‘A questo punto – ha precisato Marcello Pacifico – se si dovesse riaprire a maggio chiediamo al ministro dell’Istruzione di chiudere l’anno così senza mettere a rischio personale e studenti per un mese a pochi giorni dal picco contagio che dobbiamo ancora raggiungere. Basta dare indicazioni su come valutare scrutini ed esami, la Scuola deve riaprire per ultima’.