Lettera: petizione 'TFA sostegno 2020, accesso a coloro che hanno maturato almeno 24 mesi di insegnamento'
Riceviamo e pubblichiamo la lettera inviataci da Alessandra Bosetti per la petizione ‘TFA sostegno 2020: accesso a coloro che hanno maturato almeno 24 mesi di insegnamento.’

Petizione ‘TFA sostegno 2020: accesso a coloro che hanno maturato almeno 24 mesi di insegnamento’

Buongiorno,

sono Alessandra Bosetti, mi sono laureata alla facoltà di Scienze dell’educazione nel 2013 e poi alla facoltà di Scienze Pedagogiche nel 2015, presso l’Università Bicocca a Milano. In seguito al conseguimento della laurea magistrale ho lavorato in ambito educativo alla scuola primaria, come insegnante di lettere in un primo momento, come insegnante di sostegno i successivi quattro anni, e sto continuando a farlo in questo periodo complicato attraverso modalità di didattica online, come tutti i miei colleghi.
Ho creato la petizione: “TFA SOSTEGNO 2020: accesso a coloro che hanno maturato almeno 24 mesi di insegnamento.” all’interno del sito change.org sottolineando un’idea evidenziata dall’ANIEF. Il contenuto della petizione è il seguente: “Considerando l’emergenza Coronavirus e le conseguenti necessità di limitare gli spostamenti ed assembramenti, nonostante la proroga delle date di svolgimento dei test preselettivi per l’accesso ai corsi di specializzazione di sostegno, è necessario sottolineare l’improbabilità della possibilità di svolgimento dei test a partire da 18 e 19 maggio. A tale proposito risulta importante, considerando l’enorme necessità di insegnanti di sostegno da parte della scuola italiana, avviare una sezione straordinaria, come sottolineato dall’Associazione Nazionale Insegnanti e Formatori (ANIEF): “aperta al personale docente con 24 mesi di servizio svolto senza titolo, specializzando in questo modo tutti coloro che hanno dimostrato sul campo la propria attitudine verso questo insegnamento di didattica ‘speciale’.”.” Penso possa essere una proposta importante per molteplici professionisti che vivono la mia stessa situazione professionale e vorrebbero maggiore stabilità. La cosa importante sarebbe soprattutto, permettere l’accesso al corso in questione a coloro che da anni lavorano con impegno e dedizione come insegnanti di sostegno, a maggior ragione in questo periodo d’emergenza in cui vi è poco tempo per i troppi passaggi burocratici italiani. Ringraziandovi per l’attenzione allego il link della petizione.
chng.it/8vSm9bdWWv