Riapertura scuole, Anna Ascani: 'Non ci saranno doppi turni'
Riapertura scuole, Anna Ascani: 'Non ci saranno doppi turni'

Oggi Anna Ascani, viceministro all’Istruzione, ha parlato in diretta su Facebook questa mattina, assicurando l’intenzione di riaprire le scuole il prima possibile. “La didattica a distanza, anche la migliore, non può sostituire quella in presenza” ha detto.

Ultim’ora scuola: sarà riaperta il prima possibile

‘Tutti siamo d’accordo che la scuola va riaperta il prima possibile‘, dice nella sua diretta Anna Ascani, aggiungendo successivamente “nella piena sicurezza”. La viceministra spiega come la DAD, per quanto in alcuni casi riesca a raggiungere anche il 100% degli studenti, non accorcia le distanze, ma rischia di ampliarle. Cosa sta facendo il Miur?

Cosa sta facendo il Miur

Nello spiegare come il Miur si prepara alla riapertura della scuola. La Ascani spiega che ha letto e approfondito i documenti degli altri Paesi che hanno riaperto, ma ‘non ci sono misure che risolvano il problema di tenere tante persone chiuse in una stanza che rischiano di contagiarsi. Si legge che se compaiono i sintomi, gli studenti vanno a casa. Ma a quel punto è già tardi’. Aggiunge che al Miur sono in contatto con la Francia per confrontarsi, ma per ora c’è solo l’annuncio di una data da parte di Macron, ovvero l’11 maggio. ‘Se il modello dovesse essere valido, lo copieremo, ma al momento non c’è nulla di concreto’, spiega.

Nel frattempo la task force con a capo Bianchi si sta mettendo al lavoro. ‘Naturalmente non possiamo prescindere dalle decisioni del Comitato tecnico scientifico, anche per quanto riguarda gli Esami di Stato’, chiarisce il viceministra. ‘Siamo al lavoro per individuare come si riparte a settembre: logistica, organizzazione e risorse. Poi assicura che ‘ci si confronterà anche con Enti locali e sindacati’.