Scuola, aggiornamento graduatorie istituto: respinto Odg su riapertura

Date:

Il deputato della Lega, Rossano Sasso, ha emesso un comunicato all’interno del quale si rende noto che il Movimento 5 Stelle, il Partito DemocraticoLiberi e Uguali e Italia Viva hanno appena respinto l’ordine del giorno al Decreto ‘Cura Italia’ a mia prima firma, tramite il quale si chiedeva al Governo la possibilità prevista per legge, di aggiornare e consentire nuovi inserimenti nelle graduatorie.

Graduatorie di istituto, respinto Ordine del Giorno su riapertura

‘Le scuse ai precari pronunciate dal Ministro Azzolina il 6 Aprile, in conferenza stampa a reti unificate insieme al Presidente Conte – afferma il deputato del partito del Carroccio – avrebbero potuto avere un seguito concreto, reale, ma niente. L’ordine impartito dai capi del PD, del M5S e degli altri partiti che sostengono la maggioranza è stato inequivocabile.
Ora l’unica speranza – prosegue Sasso – resta il Decreto Scuola, che arriverà tra 3 settimane alla Camera e dove, se ci sarà consentito, presenteremo emendamenti.
Non accettano consigli, proposte utili fatte negli interessi dei precari, se ne fregano dei diritti dei lavoratori.
Avranno ciò che meritano, il dissenso ed il disprezzo perpetuo da parte di donne ed uomini che da anni, ogni giorno, reggono il nostro sistema d’istruzione, i docenti precari.
Ennesima umiliazione ai loro danni, di cui i mandanti hanno un nome e cognome: Giuseppe Conte e Lucia Azzolina. E degli esecutori – conclude il deputato leghista – i partiti della maggioranza.’

Share post:

Newsletter

Ultime Notizie

Potrebbe interessarti
Potrebbe interessarti

Roma, lite tra studentesse in un liceo della Capitale: intervengono i Carabinieri

Un incidente turbolento si è verificato in un istituto...

Concorsi Docenti 2024, prova orale: elenco avvisi USR estrazione lettera [in aggiornamento]

Concorsi Docenti 2024 - Il processo selettivo per i...

Stipendi NoiPA Aprile 2024: qualcosa non torna, cedolini ridotti di circa 100 euro

In Aprile 2024, alcuni dipendenti pubblici potrebbero notare una...