Scuola, Matteo Renzi non demorde: 'Tenerle chiuse fino a settembre? Almeno evitiamo Caporetto istituzionale'

L’ex Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, continua la propria battaglia personale a favore della riapertura delle scuole: nei giorni scorsi aveva definito una ‘vergogna’ quanto dichiarato dal ministro Azzolina sull’esame di maturità. ‘Chi segue la maturità – ha dichiarato Renzi – sa che è assurdo che al 30 di aprile non si sappiano le regole della maturità. Primo: chiarezza’.
Ora l’ex sindaco di Firenze, seppur ‘rassegnatosi’ all’idea che le scuole, se tutto andrà bene, riapriranno a settembre, torna all’attacco parlando di ‘Caporetto istituzionale’ qualora non si faccia qualcosa di concreto in tema edilizia scolastica oltre a tornare anche sul capitolo ‘esami di terza media e maturità’.

Renzi torna all’attacco sulla scuola: ‘Tenere le scuole chiuse fino a settembre causerà molti problemi’

Il leader di Italia Viva, nella sua newsletter, ha affermato quanto segue: ‘Tenere le scuole chiuse fino a settembre causerà molti problemi. Ma ormai è deciso, e spero solo che questo tempo sia servito per fare i lavori nell’edilizia scolastica senza troppi impedimenti burocratici. Se tornassimo in classe a settembre senza aver fatto neanche i lavori sarebbe una Caporetto istituzionale’.
A proposito degli esami di terza media e della maturità, Matteo Renzi sottolinea nuovamente: ‘Speriamo che sia fatta chiarezza sulle modalità con cui si faranno gli esami di terza media e di maturità’.
Nelle ultime ore, Renzi è salito alla ribalta anche e soprattutto per il suo attacco al premier Giuseppe Conte in merito all’ultimo Dpcm, quello riguardante la fase 2 dell’emergenza coronavirus in merito alle poche concessioni disposte dal premier sulle riaperture delle attività.