Aggiornamento graduatorie provinciali II e III fascia
Aggiornamento graduatorie provinciali II e III fascia

La discussione in Senato sulle graduatorie d’Istituto è molto attesa: la modifica al decreto scuola, che prevede lo slittamento dell’aggiornamento, è data per scontata. Come anticipato dal ministro Azzolina, le graduatorie diventeranno provinciali. Cosa significa e cosa cambia? Vedi tutti gli emendamenti.

Graduatorie provinciali di II e III fascia 2020

Le graduatorie provinciali saranno distinte per posto e classe di concorso e saranno formate da:

  • docenti abilitati non inseriti in GAE,
  • docenti con un titolo di laurea idoneo all’inserimento nella III fascia (per i nuovi inserimenti serve anche il possesso dei 24 CFU).

Cosa cambia con le nuove graduatorie?

Cosa cambia con le graduatorie provinciali di II e III fascia? Saranno utilizzate per le supplenze al 30 giugno e quelle annuali. Fino a questo momento, veniva chiesto agli iscritti in graduatoria di inserire fino a 20 scuole (il limite era di 10 per la scuola dell’infanzia e primaria). Con la trasformazione in graduatorie provinciali, non si sceglieranno più le scuole, ma si concorrerà alle supplenze in tutti gli istituti della città, in coda al conferimento delle supplenze da GaE.

Le chiamate saranno fatte dagli UAT, con un ordine di convocazione dalla prima alla terza fascia. Sarà pubblicato un calendario sul sito istituzionale dell’UAT con data, orario, scuola polo e punteggi delle convocazioni della giornata. Le e-mail di convocazione per la supplenza inviate dalla scuola non ci saranno più.

Per le supplenze temporanee non cambia nulla.