Carmela Ella Bucalo

L’onorevole Carmela Ella Bucalo, deputato di Fratelli d’Italia, ha commentato quanto dichiarato dal ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, in occasione della firma del decreto ministeriale che dà il via libera definitivo all’assunzione di 4.500 insegnanti precari. Intervistata dall’Adnkronos, la parlamentare ha criticato ha criticato le scelte dell’esponente di Governo, che – secondo l’On. Bucalo – avrebbe dovuto riaprire le Graduatorie ad esaurimento (Gae).

Bucalo attacca la Azzolina: ‘Basta un ricorso per bloccare l’intera procedura’

Queste le dichiarazioni del deputato di Fratelli d’Italia, ai microfoni di Adnkronos: “L’Italia non ha bisogno di fare nuovi concorsi per avere nuove graduatorie di insegnanti da cui attingere, come afferma l’Azzolina. Non si capisce questa sua ostinazione. C’è anche la questione tutela salute dei candidati da considerare; il fatto che non ci sono i tempi tecnici; e che è enorme il rischio di ricorsi, ne basta infatti uno per bloccare l’intera procedura. Se il Ministro ha dei poteri speciali, lo dica. O la scuola si ritroverà a settembre affetta da ‘supplentite'”.

La parlamentare aggiunge: “Piuttosto, la Ministra intanto avrebbe dovuto riaprire le Gae, in cui sono iscritti i docenti in possesso di abilitazione all’insegnamento, e poi stabilizzare chi aveva 36 mesi di anzianità per titolo e servizio. Quindi – conclude l’On. Bucalo – immettere in ruolo questi docenti con un percorso abilitante che coincida con l’anno di prova. Non pensare a valutare la competenza con le crocette”.