Concorso straordinario scuola ultime notizie: 'Fallimento politico, non giochiamo con la pazienza dei precari'

La questione riguardante i concorsi docenti in primo piano nel dibattito politico delle ultime ore. Il summit del governo, alla presenza del premier Conte e della ministra Azzolina non ha dato gli esiti sperati in quanto prosegue la totale spaccatura tra il fronte M5S (appoggiato da Italia Viva) e il fronte PD-Leu sullo svolgimento delle prove concorsuali, in particolar modo su quella della straordinaria per la scuola superiore riservata ai docenti con più di 3 annualità di servizio.

Concorsi docenti ultime notizie, Fratoianni: ‘Il merito si stabilisce con le crocette?’

A questo proposito è intervenuto il portavoce nazionale di Sinistra Italiana-Leu, Nicola Fratoianni, il quale si chiede se ‘fare un concorso con quiz a crocette in piena pandemia vuol dire puntare sul merito? Serve un accordo giusto con organizzazioni sindacali dei docenti’ ha sentenziato Fratoianni.
‘Esponenti del M5S insistono sul voler fare i concorsi a crocette in piena pandemia, puntando sul concetto della meritocrazia. Il merito si stabilisce con le crocette?’ si domanda il portavoce di Sinistra Italiana-Leu.

Fratoianni: ‘Noi andiamo avanti, è chiaro che non molliamo’

‘E soprattutto, secondo loro non vale il principio per cui se utilizzi una persona per tanti anni, per coprire i buchi di organico nelle scuole, dare una prospettiva definitiva a quelle persone sia un fatto di semplice giustizia? In queste ore si sta discutendo nella maggioranza sul percorso al Senato. Sia chiaro che noi non molliamo, nessuno pensi che la Camera dei Deputati, in assenza di un accordo giusto che comprenda anche insegnanti ed organizzazioni sindacali – ha concluso Fratoianni – sia chiamata ad un passaggio di mera ratifica. Noi andiamo avanti’.