Ritorno a scuola, numeri da capogiro per banchi nuovi e mascherine: lo annuncia Arcuri, news 10/7
Ritorno a scuola, numeri da capogiro per banchi nuovi e mascherine: lo annuncia Arcuri, news 10/7

Le dichiarazioni di queste ore del commissario all’emergenza Domenico Arcuri circa la distribuzione delle mascherine da parte del MI in occasione degli esami di maturità in sicurezza non lasciano dubbi: il rientro a scuola a settembre ci sarà per tutti, nella massima sicurezza. Con questa premessa, sottolinea Arcuri, sin da settembre il rientro a scuola del personale docente, non docente e degli alunni sarà garantito.

Il MI distribuirà le mascherine chirurgiche a tutto il personale della scuola: si inizia con gli esami di maturità in sicurezza. Un primo step per testare l’efficacia dei dispositivi in vista del rientro a scuola a settembre

Il dispositivo di protezione sarà distribuito dal ministero dell’istruzione per il tramite delle scuole già a partire dal prossimo 17 giugno in occasione dello svolgimento in presenza degli esami di stato del secondo ciclo d’istruzione. Questo primo step – precisa Arcuri – servirà come banco di prova per testare l’efficacia o meno del protocollo di sicurezza relativamente al settore scuola.

Loading...

A precisare tutto questo, attraverso un articolo comparso poche ore fa sul sito online del quotidiano il Messaggero, è stato Domenico Arcuri, Commissario per l’Emergenza COVID-19 nominato dal governo. «Questa settimana abbiamo distribuito oltre 43 milioni di mascherine, il numero più alto dall’inizio dell’emergenza Coronavirus” dichiara il Commissario.

Mascherine acquistabili già da ieri in oltre 20.000 tabaccai, farmacie e parafarmacie italiane

Dove si possono acquistare i DPI in questione? Su questo argomento Domenico Arcuri precisa che già a partire da ieri, venerdì 22 maggio 2020, è iniziata la vendita ufficiale al pubblico di questi dispositivi (chirurgici) su tutto il territorio del nostro Paese. In particolare, il prodotto è attualmente rintracciabile e acquistabile in oltre 20mila tabaccai. “Il costo di produzione è 0,12 centesimi e saranno pagate 50 centesimi”.

Allo stesso modo le mascherine chirurgiche saranno acquistabili, sempre allo stesso prezzo, anche in quasi tutte le farmacie e parafarmacie italiane. Molta soddisfazione emerge dunque dalle dichiarazioni di Arcuri, dopo le tantissime polemiche circa la mancanza di disponibilità dei dispositivi di protezione, nonostante le reiterate anticipazioni e le promesse delle settimane scorse circa la loro disponibilità. «Penso che la partita delle mascherine sia definitivamente risolta» conclude il Commissario.

Sulle distribuzioni ad alcune specifiche categorie professionali, infine, Arcuri precisa: “Le prime mascherine le daremo al personale medico e ai farmacisti”.